Lo Znojmo espugna Praga

di Davide:

la sesta sconfitta stagionale dello Slavia è un tonfo che fa molto rumore: 1-5 casalingo contro un avversario insidioso ma non certo irresistibile potrebbe essere interpretato come un semplice incidente di percorso, oppure come un altro segno di un certo appannamento che sta caratterizzando le ultime uscite dei praghesi. In vantaggio dopo due minuti con Divisek, lo Slavia ha poi subito il gioco degli ospiti, squadra esperta e "cattiva" che ha beneficiato della serata "top" dei suoi grandi vecchi: Peter Pucher, Jiri Dopita e Radek Haman hanno trascinato la squadra al successo con goals e assists. L’impegno di martedì a Plzen (nel weekend l’Extraliga è ferma per l’All Star Game) sarà un test importante per valutare il momento dello Slavia.
Si getta subito sulla preda il Liberec, che batte nettamente, 6-1, quel Kladno reduce da una bella vittoria proprio contro la capolista, ma che non ripete l’exploit, cedendo anzi piuttosto nettamente. Serata molto positiva per lo slovacco Igor Rataj, due reti, e per il capitano Leos Cermak, una rete e due assist, ormai completamente ristabilitosi dal grave infortunio.

Nel big match di giornata, l’anticipo di mercoledì tra Vitkovice – quarto – e Zlin – terzo – sono i padroni di casa a prevalere in modo netto: 4-0 che porta gli "steelers" a soli due punti dallo stesso Zlin, atteso martedì ad un’altra partita verità contro il Liberec, mai in partita, anzi salvato da un passivo peggiore dalle parate del goalie Murin (40 saves per lui), mentre il collega Marek Pinc festeggia il ritorno in squadra dopo l’infortunio con uno shut-out.
Sulle altre piste: importante successo del Pardubice a Litvinov con una rete di Jan Caloun e le 35 parate di Jan Lasak e pareggio dello Sparta a Karlovy Vary: praghesi avanti 2-1 fino a 5 minuti dal termine, raggiunti da una rete del difensore Michal Dobron, appena passato al Karlovy Vary proprio dallo Sparta.

Nella foto: la prima rete di Rataj in Liberec – Kladno (fonte www.hcbilitygri.cz)