Milano – Fassa: il commento

FASSA-MILANO 2-4 (2-3/0-1/0-0)

di Andrea V.

Il Milano si aggiudica per 4 reti a 2 lo scontro testa-coda contro il Fassa, preparandosi così nel migliore dei modi alla finale di Coppa Italia che si svolgerà domenica sera a Milano contro il Cortina.
Assente per la compagine fassana, Tomasello, mentre per il Milano, risulta assente Andrea Molteni, mentre Insam concede una giornata di riposo ad Eriksson, facendo giocare Della Bella (con riserva Marchetti)

Partenza al fulmicotone dei padroni di casa, che dopo nemmeno sette minuti sono già avanti 2-0 grazie alle reti di Iori e Molin (quest’ultima in doppia superiorità numerica).
La rete di Molin scuote la compagine meneghina, che prima della fine del primo parziale, riesce a ribaltare il risultato grazie alle reti di Matteo Molteni, Christie e Lysak.
Il secondo tempo si gioca all’insegna dell’equilibrio, con varie occasioni su ambo i fronti, ma chi trova la stoccata vincente è ancora il Milano che porta a quattro i suoi gol, finalizzando una veloce discesa di Di Stefano che coadiuvato da Felicetti mette Matteo Molteni in condizione di battere imparabilmente Jensen.La reazione dei fassani è sterile e il portiere milanese Della Bella, non è mai messo in seria difficoltà.
Il Fassa nel periodo finale, cerca generosamente di accorciare le distanze, ma gli uomini di Insam gestiscono abbastanza agevolmente il ritmo della partita; l’allenatore fassano Molin tenta giustamente la carta disperata di togliere il portiere gia al 17.52 complice una penalità comminata ai danni del capitano rossoblu Busillo, cosicchè gli ultimi 128 secondi si giocano costantemente davanti alla porta milanese, ma gli attacchi dei ladini risultano essere vani e la partita si conclude con la vittoria per 4 a 2 per il Milano.

Tags: