32 giornata: Dopo 16 anni l’Ambrì espugna la Resega

La notizia saliente della giornata di campionato è la vittoria in rimonta dell’Ambrì nel derby della Resega, vittoria che ai leventinesi mancava in un derby di stagione regolare dal 21 novembre 1989. Anche il Berna perde a Ginevra così che il vertice della classifica resta immutato.
Importante vittoria dello Zurigo a Zugo che risucchia i padroni di casa nella lotta per l’accesso ai playoffs mentre il Basilea vince a Langnau. Importante anche la vittoria del Friborgo che battendo il Rapperswil resta attaccato alla linea. Una classifica che vede tra la quarta classificata, Il Rapperswil, e la decima, lo Zurigo, solo 2 punti…

Lugano-Ambrì Piotta 4-5 (4-1;0-4;0-0)

1-0 00:39 Mirko Murovic
2-0 03:52 Ryan Gardner
3-0 14:13 Ryan Gardner
3-1 15:05 Alain Demuth
4-1 19:38 Ville Peltonen
4-2 20:48 Hnat Domenichelli
4-3 22:19 Hnat Domenichelli
4-4 26:53 Jean-Guy Trudel
4-5 29:59 Hnat Domenichelli

Partita dai due volti quella della Resega. Il Lugano parte fortissimo e sorprende i leventinesi tanto che dopo appena 39 secondi i bianconeri passano in vantaggio. Il raddoppio non si fa attendere e dopo nemmeno 4 minuti il derby sembra avere preso la direzione sperata dal Lugano. I padroni di casa continuano a macinare gioco e l’Ambrì sembra non esistere tanta è la superiorità del Lugano. Il Primo periodo si chiude sul 4-1 in favore dei padroni di casa che sembrano avviati ad un facile successo. Inizia il secondo periodo con l’Ambrì che fa esordire in un derby di campionato il portiere Baumle che non fa rimpiangere Züger e si rivelerà il match winner della sua squadra.
Il Lugano rientra dagli spogliatoi impacciato e supponente e l’Ambrì ne approfitta per rientrare in partita realizzando due reti in due minuti. Huras chiama il time-out ma senza apprezzabili risultati. Gli errori dei bianconeri si moltiplicano e sono abili i leventinesi ad approfittarne. Trudel pareggia su un giusto rigore fischiato da Reiber e addirittura in short-handed i biancoblù passano in vantaggio con Domenichelli che approfitta di un grossolano errore di Nummelin per andare a trafiggere l’incolpevole (su questa rete) Rüeger. Nel periodo conclusivo i bianconeri cercano di cambiare registro ma non ritrovano più il bandalo della matassa tanto che i leventinesi non hanno problemi a vincere meritatamente un derby che entrerà nella storia. Era infatti dal novembre 1989 che l’Ambrì non espugnava la Resega in una partita di stagione regolare.
Del Lugano c’è poco da dire, spettacolare e concreto nel primo periodo, inesistente e orribile negli altri due.
Per quanto riguarda i leventinesi hanno dimostrato che è bastato crederci fino in fondo ed hanno ampiamente meritato questo successo. Ottima l’impostazione difensiva della squadra a partire dal secondo periodo. Degne di nota le prestazioni di Baumle e Domenichelli.

Ginevra/Servette-Berna 6-4 (4-2;1-1;1-1)

1-0 01:30 Igor Fedulov
1-1 08:17 Thibaut Monnet
1-2 09:29 Marc Reichert
2-2 15:48 Jakub Horak
3-2 16:34 Jan Hlavac
4-2 19:22 Jason Krog
4-3 26:01 Ivo Rüthemann
5-3 28:05 Andreas Johansson
5-4 42:29 Thibaut Monnet
6-4 45:48 Andreas Johansson

Importante vittoria del Servette contro la capolista Berna. Il Servette sembra essere tornato la squadra di inizio stagione che può mettere in difficoltà chiunque. Dopo la vittoria contro il Lugano il Berna denota problemi e perde la sua seconda partita consecutiva.

Friborgo Gottéron-Rapperswil/Jona Lakers 4-3 (1-1;2-2;1-0)

0-1 01:23 Jeff Panzer
1-1 03:48 Toni M?kiaho
2-1 22:12 Geoffrey Vauclair
3-1 28:41 Cory Murphy
3-2 32:07 Marco Capaul
3-3 39:38 Thomas Walser
4-3 51:53 Nicolas Studer

Ottimo affare del Friborgo che battendo di misura il Rapperswil si mantiene a contatto con i sangallesi e li risucchia nella lotta per i playoffs. Partita molto equilibrata con le penalità che hanno fatto la differenza.

Langnau Tigers-Basilea 1-3 (1-2;0-0;0-1)

0-1 01:10 Mike Souza
1-1 07:33 Cory Larose
1-2 09:52 Ralph Bundi
1-3 59:12 Niklas Anger

Ottimo affare del Basilea che imponendosi a Langnau affossa forse definitivamente le speranza dei Tigers di qualificarsi per i playoffs. Partita povera di contenuti quella della Hilfis con un Basilea che ha fatto della disciplina la sua arma vincente.

Zugo-Zurigo Lions 2-3 (1-2;0-1;1-0)

0-1 09:59 Michel Zeiter
0-2 11:06 Dale McTavish
1-2 11:26 Paul Di Pietro
1-3 26:38 Sven Helfenstein
2-3 54:09 Timo Pärssinen

A Zurigo sembra cominciare a fare effetto la cura Tamminen mentre a Zugo non funziona più niente tanto che la squdra della Svizzera centrale si fa risucchiare nelle zone calde della classifica. L’incostanza di questo Zugo è allarmante e potrebbe costare parecchio alla squadra in vista della lotta per l’ingresso nei playoffs.

Tags: ,