Le Aquile volano alto

di Cristian

Un migliaio di persone calorose al Palaghiaccio Claudio Vuerich di Pontebba per assistere all’incontro che vede gli altoatesini del Caldaro, reduci dalla vittoria contro la capolista Merano, affrontare le lanciatissime Aquile FVG.
Spinti dall’affiatato pubblico friulano, i padroni di casa premono sull’acceleratore fin dai primi minuti e gia alla seconda nitida occasione il canadese Matt Gorman, grazie ad una fulminea azione di contropiede, rompe l’equilibrio dell’incontro. Il Caldaro reagisce subito colpendo un palo a Canei battuto e si rende pericoloso anche durante i 2 minuti di superiorità numerica a metà periodo causati da un gancio con bastone dello svedese del Pontebba Johan Carlsson. Quando mancano pochi secondi alla fine del power play, Gorman recupera un disco nel proprio terzo difensivo e si invola verso la gabbia difesa da Knudsen che è graziato dalla scarsa precisione dell’attaccante in quanto il suo tiro finisce di poco a lato. Passano pochi secondi e Petrell firma il 2-0 con un tiro dalla zona centrale. Si chiude così un primo periodo di assoluto dominio dei padroni di casa pericolosissimi in contropiede con il solito Gorman.

Il periodo centrale inizia sempre con le Aquile decise a chiudere l’incontro, infatti dal terzo al quinto minuto capitano ben tre occasioni sulle stecche degli attaccanti friulani infilare Knudsen: i tiri pericolosi di Arno Oberrauch e Sasha Menegheti vengono neutralizzati dall’estremo canadese del Caldaro che ancora una volta viene graziato da Gorman che spreca un magistrale contropiede di Hadzi. Dopo svariati tentativi, al 6:40, Fabio Armani conquista un disco nel terzo avversario, lo serve ottimamente a Gorman che di fronte al portiere ha la freddezza di vedere il suo compagno Zbontar meglio posizionato e capace di siglare comodamente la terza rete facendo esplodere di gioia l’intero palazzetto. Scosso dal gol subito il Caldaro prova a rientrare in partita affidandosi al suo uomo migliore, il canadese Lou Dickenson, che però non trova l’attimo giusto per battere Canei su un’azione di contropiede. Fino al termine del secondo tempo, continua la pressione degli altoatesini incapaci di sfruttare le occasioni concesse loro ad un Pontebba “rilassato”.
Il periodo conclusivo vede aumentare l’intensità di gioco degli ospiti, ma un’indemoniato Matt Gorman mette costantemente in crisi la retroguardia avversaria con dei contropiedi pericolosi. Il gioco diventa leggermente più falloso e le penalità segnano al seconda parte di questo periodo con il Caldaro che va vicino al gol della bandiera, ma un Canei in forma smagliante blocca quattro tiri consecutivi degli ospiti conquistando così, oltre ad un’importante vittoria per la sua squadra, anche un prestigioso shutout.

Il tabellino:
Primo periodo:
1-0 – Matt Gorman (Mainer, Petrell) 4:30
2-0 – Joni Petrell (Alnered) 13:27
Secondo periodo:
3-0 – Miha Zbontar (Gorman, Armani) 6:46