Russian Superleague 2005/2006 – Trentaseiesima giornata

di Alessandro Seren Rosso

Turno quasi natalizio nella Russian Superleague: venerdì 23 dicembre si sono infatti giocati gli incontri del trentaseiesimo turno del campionato.
In testa alla classifica il Metallurg continua imperterrito a macinare punti: la partita contro il Vityaz non è semplice per la capolista ma aiutandosi con un supplementare riescono a battere la squadra guidata da Koroljuk, ancora una volta in gol. Il punto decisivo è segnato da Gladskikh a poco più di due minuti dal termine. Il Metallurg ha giocato senza Malkin, partito alla volta del Canada per giocare i mondiali Juniores con la maglia della Russia.
A ben 18 punti di distanza si trova il Lokomotiv che perde a Mosca contro lo Spartak: il Lokomotiv passa in vantaggio in chiusura di primo periodo ma poi si fa raggiungere e superare dallo Spartak. Al quarantatreesimo minuto il Lokomotiv pareggia ma al cinquantaquattresimo arriva il gol del definitivo 3-2 firmato da Pavlov, al terzo gol stagionale.

Al terzo posto in classifica troviamo l’Ak Bars Kazan che si sbarazza del Molot con un punteggio di 6-2. Aleksey Morozov segna quattro punti e passa al comando nella classifica marcatori approfittando dell’assenza di Malkin: trentasette punti (18+19) contro trentasei (15+21).
Quarto posto per l’Avangard che batte facilmente il Metallurg Novokuznetsk per 6-3. Partita già chiusa nel primo tempo, che si conclude con il punteggio di 4-0 per i padroni di casa. Primo gol per i Falchi di Vaclav Novak, ala ceca arrivata nel mercato di novembre.
All’Avangard segue il sorprendente Lada che però si fa sorprendere dal San Pietroburgo fuori casa: la partita finisce 2-0 per la squadra di Sokolov che in questa partita fa registrare il terzo shutout stagionale. In gol vanno Drozdetskij e Baranov.
Sesto posto per il CSKA che si impone sul Neftekhimik a Nizhnekamsk per 3-1 con un’ottima prestazione di Skudra che ferma ben 36 tiri.
Piccolo passo avanti per la Dinamo che passa al settimo posto battendo il Tver per 2-1 fuori casa. La squadra di Tver era passata in vantaggio con Gribko in apertura del match ma la Dinamo è riuscita a ribaltare il risultato nel terzo periodo con Kharitonov e Shakrajchuk.
A pari merito con la Dinamo si trova il Khimik che ottiene un pareggio casalingo contro il Sibir Novosibirsk. La partita si chiude sul punteggio di 1-1 per effetto dei gol di Panov e Subbotin.
Nono posto in classifica per lo Spartak, decimo per il Salavat Yulaev Ufa che ha sfidato il Severstal a Cherepovets: il Salavat passa in vantaggio con Volkov che approfitta di un incredibile errore del portiere avversario Lamothe, il quale uscendo dalla gabbia consegna praticamente il disco al giocatore avversario, libero di insaccare nella porta sguarnita. La reazione dei padroni di casa non si fa aspettare e dopo poco più di un minuto Piskunov risolve una mischia sottoporta pareggiando l’incontro. Nel secondo periodo il Salavat passa in vantaggio grazie a un precisissimo wrister di Makarov che si infila sotto i gambali di Lamothe, ma nel terzo periodo il veterano Kovalenko manda la partita ai supplementari deviando in rete un tiro dalla blu di Somik. Nel supplementare in superiorità numerica il Severstal trova il gol vittoria con Medvedev, a segno con una botta dalla blu. In questo modo il Severstal si avvicina al Salavat conservando l’undicesimo posto in classifica. Chiudono la graduatoria l’SKA, il Sibir, il Neftekhimik, il Tver, il Vityaz, che ha superato il Metallurg Novokuznetsk, e il Molot, sempre più ultimo.

Tags: