Ecco il roster “ufficioso” della Russia per Torino 2006

di Paolo "pasha" Pozzi

E’ apparso in nottata su sport-ekspress.ru un articolo che anticipa i nomi dei convocati a rappresentare la Russia alle prossime Olimpiadi. La lista verrà resa nota ufficialmente solo oggi alle 11:00 (ora italiana) in una conferenza stampa tenuta da Pavel Bure, ma dalla famosa testata giornalistica si dicono sicuri del roster, di cui sono stati informati da giocatori e dirigenti della nazionale.
Questi sarebbero dunque i selezionati:

PORTIERI:

Nikolaj Habibulin (Chicago)
Evgenij Nabokov (San Josè)
Il’ja Bryzgalov (Anaheim)

DIFENSORI:

Darjus Kasparajtis (NYR)
Sergej Gonchar (Pittsburgh)
Aleksej Zhitnik (NYI)
Anton Volchenkov (Ottawa)
Andrej Markov (Montreal)
Daniil Markov (Nashville)
Fedor Tjutin (NYR)
Dmitrij Bykov (Dinamo)

ATTACCANTI:

Pavel Dacjuk (Detroit)
Il’ja Koval’chuk (Atlanta)
Aleksej Jashin (NYI)
Aleksej Kovalev (Montreal)
Aleksandr Ovechkin (Washington)
Viktor Kozlov (NJ)
Maksim Afinogenov (Buffalo)

Aleksej Zhamnov (Boston)
Aleksandr Frolov (LA)
Evgenij Malkin (Magnitogorsk)
Maksim Sushinskij (Dinamo)
Aleksandr Haritonov (Dinamo)

Segue il commento del giornalista, che riassumo:

"Solo all’ultimissimo momento utile è stato deciso l’elenco dei convocati. Mentre sul sito ufficiale della IIHF già erano presenti i rosters di altre 11 nazionali, ancora i nostri vertici sportivi stavano pensando a quali difensori aggiungere ai 6 già sicuri della convocazione e a chi spuntare invece dalla lista provvisoria dei 14 attaccanti e dei 4 portieri.
Alla fine si è scelto di aggiungere due difensori, Tjutin e Bykov, e di lasciare a casa Aleksej Morozov, Sergej Brylin e Maksim Sokolov.
Oltre a noi, solo lettoni, tedeschi e kazaki porteranno a Torino 8 difensori e 12 attaccanti – tutte le squadre migliori hanno invece preferito selezionarne rispettivamente 7 e 13.
Nella lista ci sono poi alcuni dettagli che faranno discutere. Per esempio, la convocazione di Zhamnov (0 gol in 16 partite con Boston). La dura concorrenza per i posti sull’ala sinistra ha finito poi col lasciare fuori squadra l’attaccante del Vitjaz’ Aleksandr Koroljuk. Gli è stato preferito Haritonov, probabilmente più per l’intesa che quest’ultimo ha con Sushinskij che non per ragioni di forma. Dubbi restano infine sulla composizione delle linee, per esempio, per quanto riguarda Malkin. Krikunov lo schiererà con Afinogenov e Ovechkin, come agli ultimi mondiali, oppure proprio coi due attaccanti della Dinamo, come alla Coppa Rosno?
Quanto alla fiducia dei giocatori nei vertici sportivi, parrebbe migliorata, se si conta che a Nagano furono in tre a dire ’no’ alla convocazione, a Salt Lake due, mentre stavolta tutti i convocati hanno accettato. I grandi esclusi lo sono tutti per motivi diversi: Malahov per l’età, Zubov per motivi personali, Mogil’nyj e Samsonov per infortuni, Fedorov per problemi col club. Inoltre, di tutti questi probabilmente il posto sicuro in squadra l’avrebbe potuto avere solo Zubov.
Quanto ai giocatori provenienti dal campionato nazionale, ce ne saranno quattro, come per la Svezia, mentre Cechi e Finlandesi ne porteranno solo uno. Comunque, dei 4 della Superliga solo Malkin non ha esperienze in NHL, ma non ci sono comunque dubbi che abbia ampiamente meritato la convocazione."