Dopo partita Kazakistan-Italia: intervista a coach Goulet

Di Tony Puma

Hockeytime: Cosa può dirci della partita di stasera?
Michel Goulet: Credo sia stata una buona partita. Vorrei che ci fosse più disciplina durante la gara. E’ importante perché alle Olimpiadi il regolamento è sullo standard NHL, quindi i falli per colpo di bastone o gancio con bastone non vengono lasciati passare inosservati e chi perde la testa non vince e il nostro obiettivo è quello di vincere.

HT: Questa sera, soprattutto nel primo periodo, l’Italia ha praticato la tattica del forechecking nel terzo d’attacco.
MG: Mi ha fatto piacere vedere applicata questa tattica. Abbiamo tanti giocatori con un ottimo fisico. Vorrei che la squadra giocasse in questo modo. Se all’Olimpiade non giochiamo fisico, potremmo avere dei grossi problemi considerando gli avversari che incontreremo.

HT: Gli MVP del torneo, per l’Italia, sono Stati Signoretti, Chitarroni e Parco. Aggiungerebbe qualcun altro?

MG: Stasera Parco ha fatto un buon lavoro. In tutte le partite voglio giocare con quattro linee veloci e fisiche. Stasera la linea Zisser-Topatigh-De Toni ha fatto un buon lavoro e per tutto il torneo olimpico vorrei giocare a quattro linee.

HT: Delle avversarie incontrate in questo torneo, qual è la formazione che più l’ha impressionata?
MG: Direi Francia. E’ una buona squadra. Noi abbiamo vinto contro di loro 5-4 ed è stato un buon test.

HT: Quest’anno per i cugini d’Oltralpe, l’Italia è stata la bestia nera, 3 gare 3 sconfitte.
MG: Adesso la Nazionale crede che può vincere contro la Francia. E’ una questione di mentalità ed è molto importante.

HT: Secondo Lei, dove l’Italia può ancora migliorare?
MG: Vorrei che ci fosse più supporto per la difesa. Preferirei vincere 1-0 o 2-1, ma che ci fosse più aiuto negli angoli in balaustra.

HT: Il 22 comunicherà le convocazioni olimpiche. Ha avvertito tensione tra i suoi giocatori?
MG: La squadra ha dimostrato molto carattere e per me nei prossimi giorni sarà difficile prendere delle decisioni.

Si ringrazia la Federazione e Michel Goulet per la disponibilità.