Campionato riaperto: doppia gioia a Liberec

di Davide:

la pausa per la Karjala Cup non è servita allo Slavia Praga per recuperare lo smalto della prima parte di stagione, quando sembrava dominare l’Extraliga senza rivali: quarta sconfitta consecutiva, questa volta a Litvinov 3-1 contro il modesto Chemopetrol che ha recuperato la rete iniziale di Michal Sup e poi vinto l’incontro con le marcature di Daniel Branda e Michal Trávnícek. Non va meglio ai cugini dello Sparta, che rovinano il debutto del nuovo allenatore Sindel, perdendo (1-2) nell’anticipo contro il Plzen, che passa all’overtime con Jiri Zelenka.
Ma l’aspetto più grave della sconfitta per lo Slavia sono le contemporanee vittorie di Vitkovice e Liberec, ormai ad un passo dall’aggancio.
Il Vitkovice supera in casa il Kladno in una gara molto tattica, decisa dall’unica rete di Stanislav Hudec nel periodo centrale e si conferma squadra solida che potrà dire la sua fino alla fine.

La partita della CEZ Arena di Liberec tra i locali e il Ceske Budejovice invece aveva, oltre a quello di classifica, un altro motivo di richiamo per i tifosi: il ritorno alle gare del capitano del Bílí Tygri Leos Cermak, assente dalle semifinali playoffs dell’anno passato, quando fu messo KO da un brutto infortunio all’occhio che aveva fatto temere l’addio all’hockey. Segnano Lubomir Vaic e Jiri Simanek nel giro di 30 secondi, poi un bello scambio tra Hurtaj e lo stesso Cermak porta al 2-1 definitivo di Tomajko. Il capitano potrebbe coronare il suo ritorno con una rete al minuto 47, ma il goalie ospite Roman Turek compie un miracolo non si lascia superare.