Bolzano espugna l’Olimpico, Cortina raggiunto in testa

I Foxes rinascono sul ghiaccio della capolista, Asiago aggancia la vetta
Il Renon sconfitto a Brunico, Milano vince con il fiatone sull’Alleghe

Solo l’Asiago, fra le prime tre della graduatoria, riesce a muovere la classifica. Giornata nera, dunque, per le squadre che guidano la Rbk Hockey Cup: Bolzano porta via due punti dall’Olimpico di Cortina, Asiago è fermato sul pari dal Fassa ultimo della classe, Renon deve inchinarsi alla rimonta del Valpusteria. Nell’ultimo match dell’undicesima giornata sofferta vittoria del Milano sul ghiaccio di casa contro l’Alleghe. Ora, in vetta al campionato, si è ricomposta la coppia veneta formata da Cortina e Asiago, che si sfideranno martedì nello scontro diretto. Renon insegue a due lunghezze, si rifanno sotto Milano e Valpusteria.

SG Cortina Segafredo Zanetti – HC Bolzano Foxes 1-3

(0-0; 1-1; 0-2)
Marcatori: 2 t. 2’08” Hammar (Cor), 3’05” Dorigatti (Bol); 3 t. 12’20” Akerström (Bol), 19’24” Rickmo (Bol)
La sorpresa dell’undicesima giornata della Rbk Hockey Cup la regala il Bolzano. I penultimi della classe vanno infatti ad espugnare il ghiaccio della capolista, imponendosi 2-1 sul Cortina. Gli ampezzani sono senza l’infortunato Peter Ekelund, ma ritrovano dopo lo stop per squalifica l’ex biancorosso Robert Mulick. Bolzano deve fare a meno di capitan Timpone per problemi ad una spalla, e schiera a difesa della gabbia Jason Muzzatti. E proprio il goalie della nazionale è tra i protagonisti in avvio di partita, con alcune parate che salvano la porta dei Foxes. La partita la fanno i padroni di casa, ma gli ospiti sono pronti a colpire in contropiede. Il match si sblocca in apertura di secondo tempo, grazie al vincente ribaltamento di fronte del solito velocissimo Hammar, vera e propria spina nel fianco della difesa biancorossa. La reazione del Bolzano, però, non si fa attendere: neanche un minuto, e Dorigatti in mischia ristabilisce la parità. Il gol da fiducia ai ragazzi di coach Strömwall, che si fanno vedere con più insistenza dalle parti di Gravel. Terzo tempo bello ed equilibrato: a sbloccare la situazione ci pensa a sorpresa il Bolzano, che colpisce con il difensore svedese Roger Akerström in power-play, bravo a superare Gravel con una fiondata da posizione centrale. Cortina si getta in avanti, ma “Fort Muzzatti” resiste, e Rickmo si toglie anche lo sfizio di segnare alla sua ex squadra l’empty net goal che regala al Bolzano due punti difficilmente preventivabili alla vigilia.

HC Junior Milano Vipers – Tegola Canadese Alleghe Hockey 6-4
(2-0; 1-1; 3-3)
Marcatori: 1 t. 3’05” Felicetti (Mil), 3’33” Tkaczuk (Mil); 2 t. 5’22” Bilotto (Mil), 19’14” Savoia (Mil); 3 t. 2’38” Snesrud (All), 3’51” Veggiato (All), 6’26” McKenna (All), 9’13” Jospeh (Mil), 17’57” Helfer (Mil), 19’40” Busillo (Mil)
Soffrendo probabilmente più del previsto, Milano riesce a superare sul filo di lana un Alleghe combattivo e mai domo, conquistando così il terzo successo casalingo di fila. Padroni di casa senza Justin Peca, ospiti che devono fare a meno del febbricitante Manuel De Toni, e che schierano un Nicola Fontanive non al meglio della condizione. Sembra tutto facile per i Vipers, che mordono subito con Felicetti e Tkaczuk. Il match sembra in discesa per i ragazzi di Insam, che tengono gli ospiti a distanza di sicurezza. Nel terzo tempo, però, succede davvero di tutto. I padroni di casa hanno un clamoroso passaggio a vuoto, e nel giro di 4 minuti Alleghe va a segno tre volte ribaltando così il risultato. La reazione del Milano si concretizza nella marcatura di Joseph, e mentre il match sembra destinato alla parità ci pensa Armin Helfer, in situazione di superiorità numerica, a superare Forsberg per il gol che vale i due punti per i lombardi. Coach Lüsth tenta anche la carta del sesto uomo di movimento, ma ne approfitta solo l’ex Joe Busillo per mettere a segno l’empty-net goal che chiude ogni discorso. I Vipers, che paiono in ripresa rispetto al difficile avvio di stagione, sono al terzo risultato utile di fila, mentre per Alleghe si tratta della terza sconfitta nelle ultime quattro partite. Da segnalare la presenza all’Agorà dell’applauditissimo goalie italo-canadese Mike Zanier, protagonista negli anni ’90 con le maglie di Milano, Bolzano e Asiago

SHC Fassa Levoni – Supermercati A&O Asiago Hockey 1-1
(1-1; 0-0; 0-0)
Marcatori: 1 t. 5’41” Cadotte (Fas), 14’55” Laurila (Asi)
Il fatto di giocare al “Palaghiaie” di Trento rivitalizza il Fassa, che mette sul ghiaccio molta più convinzione rispetto alle ultime opache prestazioni, e riesce a fermare l’Asiago sull’1-1. La giovane formazione di coach Lars Molin, che deve rinunciare all’infortunato Viinikainen (inserito a roster, ma nemmeno in panchina) non ha nessun timore reverenziale nei confronti dei secondi della classe. A premiare gli sforzi dei ladini arriva quasi subito la marcatura di Cadotte, bravo a deviare alle spalle di Szuper un tiro dalla blu di Zandegiacomo. La risposta asiaghese non si fa comunque attendere: con il passare dei minuti i vicentini salgono di tono, e trovano il pareggio poco prima del 15’ grazie ad una staffilata di Laurila sulla quale Carpano, ancora preferito a Jensen, non può davvero nulla. Nel secondo tempo un palo di Iori fa gridare al gol il pubblico del “Palaghiaie”, ma il risultato non si sblocca. Con il passare dei minuti la stanchezza si fa sentire, e le due squadre faticano a creare pericoli. Neppure l’espulsione di Cadotte per gomitata (5’+20’ a quattro minuti dal termine) riesce a “scuotere” il match, e nonostante l’assedio finale degli stellati, il punteggio non cambia. Per il Fassa sicuramente un buon punto, che da fiato sia al morale che alla asfittica classifica dei ladini, per Asiago, dopo la sconfitta casalinga con il Renon, un altro segnale di un momento di forma non particolarmente felice. Grazie alla contemporanea sconfitta del Cortina, però, i leoni giallorossi si riportano in vetta: è sicuramente questa, per la squadra allenata da Tony Martino, la cosa migliore della serata.

HC Senfter Valpusteria- Ritten Sport Hockey 4-3
(1-2; 1-1; 2-0)
Marcatori: 1 t. 1’42” Andersson (Val), 8’27” Scelfo (Rit), 9’49” Ansoldi (Rit); 2 t. 10’55” M.Marchiori (Val), 14’46” Comploj (Rit); 3 t. 15’22” Lundström (Val), 19’32” Olsson (Val)
Un gol di Olsson a 28 secondi dal termine regala un successo insperato ad un Valpusteria che sino a cinque minuti dal termine inseguiva ancora il Renon. I lupi, con ancora l’amaro in bocca dopo la rimonta subita al Palaonda, recuperano Lundström e l’infortunato Olsson. In porta torna Renè Baur. Ancora coperta corta, invece, in casa Renon: mancano Timchenko, Rasom, Faggioni e Werner Ramoser. Pronti via e Valpusteria subito in vantaggio grazie ad Andersson. Match piuttosto duro, e con il capo-arbitro Roberto Moschen costretto a usare le maniera forti per calmare gli animi. Ne fa le spese il giovane difensore pusterese Willeit, penalizzato per 5 minuti. E nel lungo power-play il Renon riesce a ribaltare la situazione con la premiata ditta Scelfo-Ansoldi, che mette a segno due reti nel giro di circa 80 secondi. Ora gli ospiti possono impostare il loro gioco preferito, ovvero tanta difesa e contropiede. Il Valpusteria preme con costanza, e riesce a raggiungere il pari poco dopo metà partita con Matthias Marchiori. La gioia del pubblico di casa dura però solo quattro minuti, perchè il “senatore” Georg Comploj, al secondo gol nelle ultime due partite, riporta i rossoblu in vantaggio. I padroni di casa si riversano in zona d’attacco, ma la retroguardia dei “Rittner Buam” concede davvero pochi spazi. Almeno sino al 15’22” del terzo tempo, quando un fendente di Lundström dalla blu non lascia scampo all’ottimo Groeneveld. Il pareggio sembra cosa fatta, ma un lampo di Olsson, su suggerimento del solito assist-man Niklas Eriksson, regala il successo ai padroni di casa.

Classifica
SG Cortina Segafredo Zanetti punti 15, Supermercati A&O Asiago Hockey e Ritten Sport Hockey 15, HC Junior Milano Vipers e HC Senfter Valpusteria 12, Tegola Canadese Alleghe Hockey 8, HC Bolzano Foxes 7, SHC Fassa Levoni 5

Prossimo turno – dodicesima giornata – martedì 1 novembre 2005
Supermercati A&O Asiago Hockey – SG Cortina Segafredo Zanetti
Ritten Sport Hockey – HC Junior Milano Vipers
HC Bolzano Foxes – SHC Fassa Levoni
Tegola Canadese Alleghe Hockey – HC Senfter Valpusteria

Michele Bolognini
Ufficio Stampa Settore Hockey