Le gare di domenica: il giorno degli shootouts

di Davide
ben cinque le gare terminate ai tiri di rigore nel turno domenicale del campionato:

Eisbären Berlin -Nürnberg Ice Tigers 3-4SO(1-1,0-0,2-2,0-1)
0:1 14:24 R.Brennan (G.Leeb – S.Schauer)SH2
1:1 14:41 D.Walser (M.DuPont – D.Pederson)PP2
2:1 42:52 S.Walker (S.Ustorf – F.Hördler)
2:2 48:31 C.Laflamme (T.Martinec – G.Leeb)PP1
2:3 54:29 B.Swanson (S.Schauer – M.Davidson)SH1
3:3 59:18 K.Fairchild (M.Beaufait – M.DuPont)PP2
Penalty 3:4 Nürnberg Ice Tigers R. Brennan 60:09 GWS

dopo la rocambolesca vittoria all’ultimo secondo contro Hannover, questa volta è Nürnberg a doversi mangiare le mani per il goal del pareggio subito a Berlino a 40 secondi dal termine: la vittoria agli shootout premia comunque gli ospiti, che segnano ben tre dei tiri di rigore con Petr Fical, Rich Brennan e Colin Beardsmore, contro un solo centro dei campioni, con Sven Felski.

EV Duisburg Die Füchse – Kassel Huskies 4-3SO(2-0,1-0,0-3,1-0)
1:0 06:22 S.McNeil (H.Boisvert – F.Groleau)PP2
2:0 07:53 M.Henrich (T.Kienass – R.Vit)
3:0 20:30 A.Teljukin (S.Brulé – T.Magnussen)PP1
3:1 42:13 D.Clarke (M.Sychra – T.Abstreiter)PP1
3:2 43:46 M.Hlinka
3:3 51:28 T.Abstreiter (S.Ziesche – D.Groulx)
Penalty 4:3 EV Duisburg Die Füchse S. McNeil 60:09 GWS

butta (quasi) via una partita già vinta Duisburg, che si fa rimontare 3 reti nell’ultimo periodo da un Kassel che era stato assente dalla pista nella prima parte e che quasi non si rende conto del crollo anche nervoso dei padroni di casa. Ai rigori prevale poi il Diusburg, che realizza con Shawn McNeil e Robert Francz.

Iserlohn Roosters – Frankfurt Lions 1-2SO (0-0,1-0,0-1,0-1)
1:0 35:06 M.Higgins (L.Fagemo – M.Pöttinger)
1:1 46:51 D.Corso (P.Lebeau – F.Bouchard)PP1
Penalty 1:2 Frankfurt Lions J.Young 60:11 GWS

"Mi rendo conto che non sia stata una gara spettacolare, le squadre erano tatticamente molto ben messe in campo e così abbiamo assistito più ad un match di scacchi che di hockey". Il commento del coach di Iserlohn Doug Mason riassume bene l’andamento della partita, sostanzialmente controllata dai "galletti", incapaci però di produrre qualcosa di più della rete di Matt Higgins, non sfruttando nemmeno un doppio vantaggio numerico poco dopo, e raggiunti da Daniel Corso nel terzo periodo con uno slapshot che batte sotto la traversa di Dimitrij Kotschnew e si insacca. Ai rigori prevale poi la maggior classe dei cecchini dei Lions.

Kölner Haie – Krefeld Pinguine 5-4SO (0-1,3-1,1-2,1-0)
0:1 07:20 A.Hedlund (A.Selivanov – T.Drury)
1:1 25:31 L.Kopitz (M.Lüdemann – T.Boos)SH1
2:1 31:40 S.Julien (D.McLlwain – S.Furchner)
3:1 35:40 I.Ciernik (S.Julien – M.Lüdemann)PP1
3:2 38:04 R.Guillet (M.Pudlick – H.Vasiljevs)PP1
3:3 44:54 A.Hedlund (B.Blank – R.Guillet)
3:4 54:00 A.Selivanov (B.Blank – R.Guillet)
4:4 59:53 B.Schlegel (D.McLlwain – E.Lewandowski)
Penalty 5:4 Kölner Haie T. Boos 60:15 GWS

secondo derby del Reno consecutivo per Colonia e secondo pienone alla KolnArena: sono 15.700 i tifosi che assistono ad una vittoria più complicata di quella contro Dusseldorf, arrivata solo ai rigori ed emblematica del marchio che fin ora segna la stagione degli "squali": grandi con i grandi e incapaci di vincere le partite con le squadre più deboli. Krefeld non ha per nulla vestito i panni della vittima sacrificale, anzi ha sognato il colpaccio fino a 7 secondi dalla fine, quando ha subito il pareggio, con Colonia già senza portiere, di Brad Schlegel. Ai tiri di rigore sono protagonisti il portierino 19enne Thomas Greiss, ancora una volta schierato titolare, e Tino Boos che festeggia la 600 partita in DEL firmando il penalty della vittoria.

Hannover Scorpions – Hamburg Freezers 2-3SO(1-1,1-0,0-1,0-1)
1:0 10:18 T.Warriner (R.Hock – S.Heins)
1:1 19:22 P.Manning (B.Gratton)
2:1 24:04 M.Green (J.Lanier – S.Goc)
2:2 56:00 D.Van Impe (S.Peacock – J.Ulmer)PP1
Penalty 2:3 Hamburg Freezers A.Barta 60:11 GWS

seconda sconfitta consecutiva di Hannover, che vede Ingolstadt allontanarsi, ma soprattutto sembra aver smarrito il gioco brillante e aggressivo che ha portato i Freezers in vetta nelle settimane passate. Anche contro Amburgo l’ex capolista ha dimostrato di poter condurre il gioco quando ha preso il possesso dello slot avversario, ma di non saper poi gestire il gioco di attesa.

Augsburger Panther – ERC Ingolstadt 1-4 (0-2,0-0,1-2)
0:1 08:36 C.Melischko (J.Ficenec – G.Goodall)SH1
0:2 14:10 D.Ast (Y.Seidenberg – C.Mann)
0:3 42:03 G.Oswald (D.Hilpert)
0:4 45:12 J.Holland (C.Melischko – C.Armstrong)
1:4 49:02 B.Yarema

troppo facile l’impegno di Ingolstadt nel derby della Baviera contro un Augsburg davvero in un momento nero, che non ha opposto molta resistenza alla capolista, giunta all’ottava vittoria di seguito, in brillante stato di forma. Dopo le sfortune dell’ultimo turno, il malocchio dei Tigers si allunga con lo 0-1 incassato in superiorità con una casuale deviazione di Christoph Melischko e l’uscita per infortunio del difensore Arvids Rekis – che si aggiunge ai già assenti compagni di reparto Daniel Rau e Jayme Filipowicz – colpito al piede da un disco. Infortunio anche per Daniel Hilpert, colpito al volto da un check di Steve Potvin che ha ricevuto 25 minuti di penalità per questo. Inusuale perfino l’unico goal di Augsburg: una clamorosa svirgolata di Christoph Höhenleitner che batte il proprio portiere nel tentativo di colpire d’effetto il puck.

DEG Metro Stars – Adler Mannheim 4-1 (0-1,0-0,4-0)
0:1 04:33 S.Kelly (K.Dykhuis)
1:1 44:12 J.Tory (C.Ferraro – P.Ferraro)
2:1 49:43 P.Reimer (M.Pellegrims)
3:1 56:01 T.Jörg (P.Ferraro – C.Ferraro)PP2
4:1 59:53 P.Ferraro (M.Pellegrims)

nonstante il risultato finale, anche in questa occasione i fans dei Metro Stars si sono dovuti armare di pazienza e nervi saldi prima di poter esultare per una vittoria che interrompe la serie di quattro sconfitte consecutive. Ma è sempre il Dusseldorf delle ultime esibizioni quello che conclude il primo periodo: un parziale di 18 tiri a 4 e un risultato di 0-1 per gli avversari, a segno con Steve Kelly, bravo a raccogliere un intercetto di Karl Dykhuis.
Addirittura incredibile il parziale delle conclusioni del secondo tempo: 26 a 3 per Dusseldorf! Quando tutto sembra andare come al solito, ecco che esce dal cilindro un fantastico ultimo tempo, in cui finalmente i Metro Stars riescono a concretizzare il dominio espresso, anzi meglio, segnando 4 reti su 10 conclusioni totali. Da seghnalare che Dusseldorf ha giocato con soli 14 giocatori di movimento, tutti quelli disponibili tra squalifiche ed infortuni.

Tags: ,