Russian Superleague 2005/2006 – diciassettesima giornata

di Alessandro Seren Rosso

Con il diciassettesimo turno si conclude la prima fase della Superleague Russa. Ieri, nell’anticipo, scontro al vertice tra Metallurg Magnitogorsk e Dynamo Mosca, in casa della Dynamo: che partita! La Dynamo passa subito in vantaggio dopo otto minuti con Shitikov e poi cerca di controllare il match. Ma all’inizio del terzo periodo Malkin inizia a suonare la sua sinfonia e la musica cambia: Evgeny serve Nurtdinov in superiorità numerica e la partita torna in parità. Ma la Dynamo non ci sta e risponde con la prima linea: gol di Sushinsky assistito da Fedorov e Nurtdinov. A questo punto è il Metallurg a dover fare la partita e non riuscendo a pareggiare cerca di giocare l’ultima carta del mazzo sostituendo il portiere con un giocatore di movimento e a trenta secondi dal termine è Malkin, e chi se no?, ad estrarre il coniglio dal cappello e con una magia buca Zvyagin sotto la traversa. Arbitraggio casalingo: subito dopo il gol Evgeny si prende una bella bastonata in faccia da Kanareykin ma è proprio Malkin a finire in panca puniti per ragioni oscure, probabilmente per proteste. Ma Malkin ieri sera era in forma strepitosa e appena scontata la penalità si trova davanti a Zvyagin e in un colpo solo segna e vince la partita! Gran colpo del Magnitka che si trova in vetta alla classifica con 39 punti.
L’Avangard Omsk però non approfitta del risultato favorevole della partita di Mosca e si fa battere in casa dal modesto Salavat Yulaev Ufa per 3-2. La gara è stata decisa solo a tre minuti dal termine ma l’Avangard non è mai stato in grado di controllare l’incontro come avrebbe dovuto fare.
In quarta posizione troviamo a 31 punti Lokomotiv Yaroslavl e CSKA Mosca, entrambi vincitori in trasferta nel diciassettesimo turno: il CSKA, contro l’SKA San Pietroburgo, vede la partita decisa da una sontuosa doppietta di Mozyakin nell’ultimo periodo, mentre il Lokomotiv Mosca batte il Neftekhimik Niznekamsk per 3-2 in una bella partita decisa da un gol di Osipov nel finale.
Vince anche l’Ak Bars, che segue a 30 punti. La squadra tartara batte lo Spartak in casa aiutandosi con un supplementare, dopo essersi trovato sotto prima per 0-1 e poi per 1-2, per effetto dei gol di Yakubov e Zimakov per la squadra capitolina e di Dudarev per l’Ak Bars. Poi però inizia il terzo periodo e quando la temperatura si alza i campioni della squadra di casa iniziano a ingranare: la prima linea infatti firma sia il pareggio sia il gol vittoria all’overtime, con una grande doppietta di Zaripov assistito entrambe le volte da Morozov.
In settima posizione si trovano l’SKA San Pietroburgo e il Lada Togliatti, a quota 25 punti. Il Lada comincia a subire gli effetti del caos provocato dalla bancarotta e perde contro il Khimik in trasferta per 5-1. Esordio stagionale con gol per Igor Knyazev, che firma la rete del 4-1 in superiorità numerica.
La nona posizione è occupata dal trio formato da Salavat Yulaev Ufa, vittorioso ad Omsk, Severstal Cherepovets e HK MVD Tver. Questi ultimi hanno pareggiato in casa contro il Metallurg Novokuznetsk per 1-1 in una partita caratterizzata dalla pochezza dei due attacchi, mentre il Severstal ha battuto in casa il Molot Prikamie Perm per 3-1. E’ la squadra di Perm a passare in vantaggio a sorpresa: il Molot butta il disco nell’angolo, Pokotilo lo raccoglie e serve al centro Kosourov che insacca al volo. Brutto cambio delle linee per il Severstal che favorisce così gli ospiti trovatisi inaspettatamente in superiorità numerica nella zona offensiva. Dopo quattro minuti però il Severstal pareggia: in situazione di superiorità numerica Gulyavtsev converte in gol una mischia sotto porta e si va al primo riposo in situazione di parità.
Dopo otto minuti dall’inizio del secondo periodo un’azione personale di Bulatov porta il Severstal in vantaggio e Grigorenko chiude la partita a quattro minuti dalla sirena finale: Piskunov gira dietro alla porta e passa a Grigorenko, libero di mettere il disco in rete da due passi.
Seguono in classifica lo Spartak Mosca a 22, il Khimik a 20, il Neftekhimik a 19 e il Metallurg Novokuznetsk a 17. Sedicesima e diciassettesima posizione sono occupate da Sibir e Vityaz, che si sono scontrate ieri in casa dei secondi. Risultato finale 2-4 per il Sibir. Chiude la classifica come al solito il Molot-Prikamie con 11 punti.
Per quanto riguarda i giocatori, in testa alla classifica marcatori troviamo Sergej Zinoviev e Sergej Mozyakin con 19 punti in 17 incontri; segue Malkin a 18, mentre la classifica dei gol segnati vede primeggiare Malkin e Zinoviev a quota 8. Mozyakin guida la classifica degli assist con 13 passaggi decisivi in 17 partite; alle sue spalle seguono ancora Zinoviev e Andrei Potajchuk del Khimik fermi a 11.
Nelle statistiche dei portieri continua a primeggiare Scott, primo nella percentuale di parate, anche se a parimerito con Charpentier. Entrambi i portieri hanno fatto registrare un’ottima percentuale e guidano la classifica con il 95%. Scott però ha giocato 14 partite contro le 8 del suo conterraneo. Scott è al primo posto anche per vittorie, shutout e media gol subiti.

Tags: