Cortina – Fassa: la cronaca

Cortina – Fassa 6-2 (4-0; 0-1; 2-1)

Nella terza partita casalinga di questa stagione la Sportivi Ghiaccio Cortina Segafredo Zanetti affronta il Fassa: dopo due pareggi la formazione di Nilsson vuole regalare ai propri tifosi i primi due punti all’Olimpico.

Gli ampezzani partono fortissimo e dopo 29 secondi di gioco sbloccano il risultato: Carpano ribatte il tiro di Hammar, ma nulla può sulla conclusione ravvicinata di Gordon pronto a raccogliere il suo rimbalzo. Ancora il canadese sarà protagonista dell’azione che porterà al secondo gol servendo al 2:20 un ottimo disco ad Hult: nessun problema per lo svedese nel depositare il puck alle spalle di un frastornato Carpano. Passano solo 1 minuto e 14 secondi e il Cortina segna ancora: in situazione di superiorità numerica Casparsson lascia partire un bel tiro dalla blu che sorprende nuovamente il goalie ladino. La brutta serata di Carpano si conclude, infine, al 3:54 quando, dopo aver subito il 4° gol ampezzano ad opera di Ekelund viene richiamato in panchina da coach Molin.

Il Cortina continua a spingere, ma anche il Fassa inizia a farsi timidamente vedere dalle parti di Francois Gravel, bravo a neutralizzare un’ottima azione di Cadotte conclusa da Locatin.

Nella seconda frazione di gioco la formazione ladina accorcia subito le distanze: al 2:49 Greg Kuznik concretizza una bella azione costruita da Molin e Tomasello insaccando il puck alla destra di Gravel. Gli animi si accendono al 7:02, ma Moschen manda in panca puniti ben 4 giocatori (Ciglenecki e Tuzzolino per il Cortina, Dantone e Thompson per il Fassa) e riesce a mantenere la situazione sotto controllo. Al 7:57 pregevole azione del duo Ekelund – Grossi con l’italocanadese che si vede negata la gioia del gol da Jensen. Il resto del periodo centrale è quasi tutto di marca ampezzana con Hammar che dopo aver impostato una bella azione con Gordon pecca ti altruismo e invece di tentare la conclusione cerca di servire nuovamente il compagno facendosi intercettare il passaggio. Ottima azione anche al 19:00 con Grossi e Tuzzolino che lasciano un ottimo disco a Ekelund che mira l’angolo alto alla sinistra di Jensen, ma alza un po’ troppo il tiro.

Nel terzo tempo ancora un gol quasi immediato del Cortina: al 2:09 Grossi gira attorno alla porta di Jensen e poi d’esperienza fa carambolare il disco in rete dopo averlo fatto rimbalzare sul polpaccio del portiere svedese. Paura verso la metà del tempo per Tuzzolino quando il tiro fatto partire dalla blu da De Bettin lo colpisce al volto: le conseguenze per l’attaccante italo-americano saranno, fortunatamente meno gravi del previsto avendo lo stesso riportato un taglio, se pur profondo a tal punto da essere suturato con 8 punti, e non avendo patito danni allo zigomo o ai denti. C’è spazio anche per Hammar che con un’azione delle sue porta a 6 le marcature ampezzane. Al 14:12, infine, la seconda marcatura fassana ad opera di Thompson che fissa il punteggio sul 6-2 per la squadra di casa.

Ottima partenza, dunque, per gli ampezzani che nel primi minuti del match hanno messo al sicuro la partita: da notare che i gol sono stati realizzati da 6 giocatori diversi a testimonianza del fatto che le possibilità di finalizzazione per gli ampezzani possono essere diverse. Sull’altro fronte il Fassa ha fatto fatica a reggere l’impatto iniziale della squadra di Nilsson ed ha dimostrato di non aver ancora trovato la quadratura del cerchio per cominciare a risalire la china.

fonte: www.sgcortina.org