Russian Superleague 2005/2006 – Decima Giornata

di Alessandro Seren Rosso

Si è disputata giovedì 29 la decima giornata della Superleague russa.
Iniziamo la nostra consueta analisi con le squadre in cima alla classifica: il Metallurg Magnitogorsk e la Dynamo Mosca. Entrambe hanno vinto agevolmente in casa, senza concedere reti agli avversari: il Metallurg si è sbarazzato facilmente del Lokomotiv con un gol per periodo, mentre la Dynamo si è aggiudicata il derby contro lo Spartak per 2 reti a 0. Primo gol in Superleague per il giovane Shitikov!
Vince in casa anche il Khimik per 4 a 2 sul Severstal Cherepovets, grazie ad un’altra grande prestazione di Kovalchuk, che firma il gol partita. Ilya, complice il digiuno di Evgeny Malkin, si avvivina così alla prima posizione nella classifica dei marcatori ed è sempre solo in vetta alla classifica dei gol segnati, con ben 9 marcature in 10 partite!
Per concludere con il Khimik, oggi abbiamo visto anche il primo punto in superleague per un’altra grande promessa, Vyacheslav Buravchikov.
Restando nelle zone alte della classifica, l’Avangard Omsk pareggia in casa contro l’SKA San Pietroburgo, nonostante abbia attaccato decisamente di più degli ospiti, che si sono salvati grazie ad un grande Sokolov ed alla necessaria freddezza sotto porta.
Viceversa, ottima partita dell’Ak Bars Kazan, che gioca a Chekhov e si oppone, con la seconda tripletta stagionale di Sergei Zinovjev, ad un acuto di Aleksey Morozov ed al primo gol in Superleague del difensore diciottenne Andrei Zubarev, concludendo con un sonoro 5-2.
Vince anche il Sibir Novosibirsk, in casa contro il Molot-Prikamye, con un 6-1 senza storia, proprio come la vittoria del CSKA, in trasferta sul Metallurg Novokuznetsk, per 4-1.
Vince anche il Neftekhimik, che ha giocato a Tver, per 2-1, con il gol decisivo firmato dai fratelli Butsaev.
Proseguendo il discorso sulle Olimpiadi iniziato ieri, la FHR ha offerto al leggendario portiere degli anni ’70 ed ’80 Vladislav Tretiak la posizione di allenatore dei portieri per la squadra olimpica russa. Tretiak ha dato il suo assenso, precisando però che la decisione non dipende soltanto da lui.
Indecisione anche per la stella dei Chicago Blackhawks Nikolai Khabibulin, il primo portiere russo a vincere la Stanley Cup: questi infatti ha dichiarato di non aver ancora deciso se si unirà o meno alla squadra che disputerà le Olimpiadi nel prossimo Febbraio.

Tags: