Russian Superleague 2005/2006 – sesta giornata

di Alessandro Seren Rosso

Lunedì 19/9 si è disputata la sesta giornata della Superleague russa, edizione 2005/2006.
I capilista Lokomotiv Yaroslavl e Avangard Omsk hanno ottenuto due vittorie esterne non molto facili: infatti la squadra siberiana di Roman Abramovich è andata a vincere a Chekhov contro il Vityaz per 2 – 3, Vityaz che ha visto ancora una volta un ottimo Denis Istomin, autore del gol che aveva momentaneamente riaperto la partita. La squadra di Yaroslavl, invece, si è imposa a Ufa per 4 reti a 2, con un ottima prova del kazako naturalizzato russo Konstantin Rudenko.
Nel frattempo la Dynamo Mosca non è rimasta a guardare ed ha superato l’SKA San Pietroburgo al Luzhniki per 3 a 2.
Rimanendo nell’ambito delle squadre di vertice, clamoroso tonfo dell’Ak Bars Kazan a Novokuznetsk addirittura per 6-3, con il primo tempo conclusosi con un clamoroso 4-1 per la squadra di casa. Pessima la prova di Eremenko per la squadra tartara, mentre dall’altra parte Denis Afinogenov si guadagna gli applausi con una doppietta.

L’ultimo incontro "di cartello" della giornata è stato Metallurg Magnitogorsk – Severstal Cherepovets, conclusosi con un giusto pareggio per 2-2; ancora una volta un grande Malkin, autore del gol del provvisorio 2-1 in favore della squadra di casa.
Passando da un campione all’altro, ottima partita di Ilya Kovalchuk, in trasferta a Tver, dov’è nato 22 anni fa. Tuttavia, nonostante l’ottima prova della stella degli Atlanta Thrashers, il Tver ha sorpreso il Khimik imponendosi per 2-1.
L’ultima partita analizzata nel nostro consueto appuntamento con l’hockey russo è l’incontro tra il Lada Togliatti e lo Spartak Mosca, conclusosi per 2-0 in favore dei padroni di casa, tra le altre cose grazie ad una prova maiuscola di Andrei Nikolishin. Al contrario, il giovane portiere della squadra moscovita, Konstantin Barulin, non è riuscito a ripetere i miracoli dell’altro ieri.
Com’è ormai consuetudine, chiudiamo con il mercato: il general manager dei Detroit Red Wings Kevin Holland ha chiarito che l’intesa con Pavel Datsyuk è praticamente certa, quindi il giocatore tornerà in America la prossima settimana, senza aver disputato neppure una partita con la maglia dell’Avangard Omsk.
Ultima notizia per oggi: l’ex capitano del Metallurg Magnitogorsk, Andrei Razin, capocannoniere del campionato russo nella stagione 2000/2001 con 47 punti in 44 partite, ha annunciato il proprio imminente ritiro.

Tags: