Russian Superleague 2005/06

di Alessandro Seren Rosso:

Inizierà domani la 59esima edizione del massimo campionato russo, ormai decisamente diventato il più importante tra quelli europei, sia per la qualità dei giocatori, sia per la quantità di denaro investito da parte dei dirigenti.
I favoriti della vigilia appaiono sicuramente i campioni in carica della Dynamo di Mosca, già avversaria lo scorso anno dei Milano Vipers nella Continental Cup; quest’ultima, pur perdendo giocatori del calibro di Frolov e Afinogenov, che sono ritornati in NHL, è riuscita a rafforzarsi con l’ingaggio di Maksim Sushinsky, palesemente il miglior giocatore del campionato negli ultimi quattro anni e vincitore della corona di capocannoniere dello scorso torneo, riuscendo a superare giocatori del calibro di Jaromir Jagr, Ilya Kovalchuk, Aleksei Kovalev e altri ancora.
L’Avangard Omsk però potrebbe riuscire a insidiare la forte squadra moscovita, tenendo conto della stellare campagna acquisti estiva.
Esaminiamo ora nel dettaglio le squadre, considerando che quest’anno si è deciso di alzarne il numero a 18, con la promozione delle due migliori compagini della Vysshaya Liga, il secondo campionato russo per importanza, cioè l’HK Tver e il Vityaz Podolsk Checkov.

Ak Bars Kazan
Giocatore chiave: Aleksei Morozov.
Arrivi: Andrei Zubarev (Salavat Yulaev Ufa), Vitali Eremenko.
Partenze (esclusi i giocatori dell’NHL): Denis Yachmenev (Avangard).
Commento generale: l’Ak Bars di Kazan si è dimostrata un’ottima squadra anche quest’anno; ora l’innesto di Eremenko in porta recherà sicuramente benefici, grazie all’esperienza e ai riflessi dell’ex portiere della Dynamo Mosca. Andrei Zubarev, fresca scelta di Atlanta allo scorso draft, è già un ottimo difensore offensivo, che ha guidato la squadra nei punti segnati in due dei numerosi tornei pre-stagionali. Per quanto riguarda il resto della squadra, si tratta di un ottimo mix di talenti e di giovani, guidati da Morozov e Vorobiev. Un altro giocatore degno di nota è Mihail Yunkov, di proprietà degli Edmonton Oilers, giovane molto interessante in prospettiva futura. Inoltre da gennaio la squadra potrà contare sul nuovo palazzo del ghiaccio, costruito per festeggiare il millesimo compleanno della città.
Pronostico: Probabile finalista.

Avangard Omsk
Giocatore chiave: Pavel Datsyuk.
Arrivi: Pavel Datsyuk (Detroit Red Wings), Nikita Alexeev (Tampa Bay Lightning), Aleksei Svitov (Anaheim Mighty Ducks), Norm Maracle (Metallurg Magnitogorsk).
Partenze: Maksim Sushinski (Dynamo Mosca), Maksim Sokolov (SKA San Pietroburgo).
Commento generale: chiaramente vincitore del mercato estivo, l’Avangard Omsk ha assemblato una squadra che appare, almeno sulla carta, la più forte del campionato. Dopo l’ultimo colpo, Pavel Datsyuk (che però nel contratto ha una clausola per tornare in NHL), la squadra appare davvero completa in ogni settore. In più nel mercato, oltre ai giocatori sopra citati, ne sono stati ingaggiati altri di altissimo livello, per esempio Artem Chubarov e Aleksei Smirnov. Per quanto riguarda i portieri, Maracle potrà a mio avviso sostituire in modo adeguato Sokolov, anche se probabilmente la difesa della squadra siberiana appare meno solida di altre pretendenti al titolo.
Pronostico: Possibili campioni.

CSKA Mosca
Giocatore Chiave: Alexei Kudashov.
Arrivi: Aleksandr Zhdan (Dynamo Mosca), Peteris Skudra (Khimik), Egor Titov (Lada Togliatti).
Partenze: Andrei Nikolishin (senza squadra), Denis Kuljash (Dynamo Mosca), Vyacheslav Butsayev (HK MVD Tver).
Commento generale: il CSKA quest’estate è cambiato molto, forse addirittura un po’ troppo; tuttavia, le solide basi di cui la squadra è dotata, le permetteranno comunque di disputare un buon campionato. Ritengo però che anche quest’anno non arriveranno a lottare per la vittoria finale, a causa dell’ingente gap tecnico che le separa dall’Avangard, dal Kazan e dalla Dynamo.
Infine, sostituire Nikolishin non sarà facile.
Pronostico: Secondo turno dei playoffs.

Dynamo Mosca
Giocatore Chiave: Maksim Sushinsky.
Arrivi: Maksim Sushinsky (Avangard Omsk), Yannick Lehoux (Manchester Monarchs), Denis Kuljash (CSKA Mosca).
Partenze: Alexander Ovechkin (Washington Capitals), Lubos Bartecko (Lulea, Svezia), Aleksandr Zhdan (CSKA Mosca).
Commento generale: nonostante abbia ceduto giocatori molto importanti la Dinamo, campione in carica, è ancora la squadra da battere. Lo scambio di Zhdan e Misharin per Denis Kuljash è secondo me a favore della Dynamo, soprattutto considerando la potenza dello slapshot del giovane difensore. Sushinsky inoltre sarà decisamente in grado di rimpiazzare la partenza del giovane Ovechkin, pur non avendo lo stesso fisico. Anche la partenza di Zhdan non si farà sentire troppo, soprattutto perchè la Dynamo ha un’ottima difesa da schierare, sia nelle situazioni di parità che in quelle di superiorità numerica, anche grazie all’ingaggio di Ryazantsev dal Lokomotiv. Lehoux potrebbe rappresentare l’ago della bilancia per la squadra: se riuscisse ad adattarsi bene, potrebbe essere una grande aggiunta, ma se non ce la facesse, sarebbe un grosso danno per la Dinamo, perchè costituirebbe un ingaggio alto ed un posto per uno straniero andato sprecato.
Pronostico: Possibili campioni.

HK Tver
Giocatore Chiave: Vyacheslav Butsayev.
Arrivi: Vyacheslav Butsayev (CSKA Mosca), Aleksei Volkov (Spartak Mosca), Dimitri Nabokov (Molot-Prikamie Perm).
Partenze: Aleksandr Gorelov (Severstal Cherepovets).
Commento generale: i neopromossi del Tver, nonostante la bancarotta dello scorso anno, ora sembrano lanciatissimi verso la costruzione di una discreta squadra, che a mio avviso risulta essere già migliore sia del Molot-Prikamie che del Vityaz Podolsk Chekov, l’altra squadra promossa dalla Vysshaya Liga. Gli arrivi di Butsayev (anche se un po’ stagionato) e Volkov rappresentano un’ottima combinazione nei due ruoli forse più importanti nell’hockey russo: il portiere e il centro. Il Tver potrebbe dimostrarsi una piacevole sorpresa.
Pronostico: Uscita nel primo turno dei playoffs.

Khimik
Giocatore Chiave: Valery Kamensky.
Arrivi: Nikolai Semin (Severstal Cherepovets), Dusan Salfitsky (CSKA), Roman Saifullin (Avangard Omsk).
Partenze: Peteris Skudra (CSKA Mosca), Sergei Gusev (Avangard Omsk).
Commento generale: la squadra dell’inossidabile Kamensky si è spostata da Voskresensk a Mytischi per avere più visibilità e ritorno economico, cosa non proprio gradita dai tifosi della zona. Sarà importante vedere come reagirà il nuovo pubblico alla novità di una squadra di hockey professionistico. Per quanto riguarda l’aspetto tecnico, il Khimik sembra più o meno allo stesso livello dell’anno scorso, anche se difficilmente Salfitsky riuscirà ad essere un degno sostituto di Skudra. Molto interessante l’ingaggio del veterano Nikolai Semin dal Severstal. E se davvero arrivasse Ilya Kovalchuk…
Pronostico: Secondo turno dei playoffs.

Lada Togliatti
Giocatore Chiave: Ilya Vorobiev.
Arrivi: Andrei Petrunin (Severstal Cherepovets).
Partenze: Egor Titov (CSKA Mosca).
Commento generale: il Lada presenta praticamente la stessa squadra dell’anno passato (a parte i giocatori NHL) pur avendo subito una perdita importante con Titov, accasatosi al CSKA. Al contempo però questa è forse la squadra che più ha patito la conclusione dello sciopero dei giocatori NHL: infatti ha perso giocatori importantissimi, come Semin, Zubrus e il portiere Markkanen, e non è riuscita a rimpiazzarli adeguatamente. Infine, la base di partenza non è proprio della stessa qualità delle altre squadre di vertice.
Pronostico: Secondo turno dei playoffs.

Lokomotiv Yaroslavl
Giocatore Chiave: Vladimir Antipov.
Arrivi: Stephane Valiquette (Hartford Wolf Packs), Andrei Taratukhin (Salavat Yulaev Ufa).
Partenze: Marc Lamothe (Severstal Cherepovets), Alexander Ryazantsev (Dynamo Mosca).
Commento generale: squadra del campionato che ha subito meno variazioni dopo il Lada, il Lokomotiv si presenta ai nastri di partenza con una squadra ben assemblata ma senza stelle. La partenza di Lamothe è stata dura da digerire, nonostante l’ingaggio di Valiquette. Se però questa fosse la stagione della consacrazione del giovane Taratukhin, le cose potrebbero decisamente cambiare.
Pronostico: Uscita nel primo turno dei playoffs.

Metallurg Magnitogorsk
Giocatore Chiave: Evgeni Malkin.
Arrivi: Stanislav Chistov (Anaheim Mighty Ducks), Igor Korolev (Lokomotiv Yaroslavl), Travis Scott (San Antonio Rampage).
Partenze: –
Commento generale: il Metallurg è riuscito ad assemblare una squadra competitiva anche senza ingaggiare giocatori di livello mondiale. A parte Stanislav Chistov, i nuovi arrivi non sono della caratura dei nuovi giocatori dell’Avangard o del Kazan, pur essendo di buon livello.
In ogni caso, la novità più importante di quest’anno non sta nei giocatori, bensì nell’allenatore: Dave King è infatti il primo allenatore nordamericano sulla panchina di una squadra russa. King si è subito trovato a meraviglia e la squadra in preseason ha girato come un orologio svizzero, soprattutto la giovane stella Malkin, anche se nei playoffs dovrà pagare sicuramente dazio alla maggiore qualità delle altre squadre. Tutto da vedere il portiere Scott, che è comunque un gradino sotto un Lamothe o un Maracle, e il giovane Istomin, appena scelto da Chicago nello scorso draft.
Pronostico: Semifinale.

Metallurg Novokuznetsk
Giocatore Chiave: Valery Klebinov.
Arrivi: Evgeny Makarov.
Partenze: Vitaly Kolesnik (Colorado Avalanche), Evgeny Muratov (SKA San Pietroburgo).
Commento generale: farsi soffiare dall’SKA l’allenatore e 12 giocatori è stato un disastro per il Novokuznetsk. Come se non bastasse, il neo-ingaggiato ottimo portiere Kolesnik gli è stato soffiato dai Colorado Avalanche, anche se ci sono ancora speranze che possa tornare. Inoltre, le difficoltà economiche non hanno consentito ai dirigenti di costruire una squadra adeguata agli impegni e l’ingaggio di molti giocatori della Vysshaya Liga è appunto un segnale dell’inadeguatezza della campagna acquisti. Il nuovo allenatore però, Pjatanov, potrebbe fornire un gioco più offensivo alla squadra e riuscire magari ad ottenere qualche risultato; ma sembra un compito decisamente difficile.
Pronostico: Probabile esclusione dai playoffs.

Molot-Prikamie Perm
Giocatore Chiave: Vladislav Luchkin.
Arrivi: Vladislav Luchkin (Spartak Moscow).
Partenze: Lukas Zib (Vityaz Podolsk Chekov), Dimitri Nabokov (HK MVD Tver).
Commento generale: una cosa è certa: fare peggio dell’anno scorso è impossibile. La scorsa stagione è stata disastrosa, con tanto di ultimo posto, bancarotta e conseguente sciopero dei giocatori. Pur con la quasi certezza di fare meglio della stagione scorsa, sembra ugualmente difficile non concedere il bis dell’ultimo posto.
Pronostico: Ultimo posto.

Neftekhimik Nizhnekamsk
Giocatore Chiave: Aleksei Simakov.
Arrivi: Aleksei Simakov (Ak Bars Kazan), Andrei Tsarev (Ak Bars Kazan).
Partenze: Mikhail Grabovsky (Dynamo Mosca).
Commento generale: il Nizhnekamsk inizia questo campionato con una delle squadre meno attrezzate di tutte. Grabovsky sarà una perdita difficile da colmare, in quanto Simakov e Krayev dovranno caricarsi la squadra sulle spalle e catalizzare su di sè tutta l’attenzione dei difensori avversari. Nonostante lo scarso livello, la squadra mi sembra un gradino sopra il Metallurg Novokuznetsk
Pronostico: Uscita al primo turno dei playoffs.

Salavat Yulaev Ufa
Giocatore Chiave: Andrei Sidyakin.
Arrivi: Andrei Mezin (SKA San Pietroburgo), Nikolai Zavarukhin (Metallurg Magnitogorsk).
Partenze: Andrei Zubarev (Ak Bars Kazan), Igor Grigorenko (Severstal Cherepovets), Andrei Taratukhin (Lokomotiv Yaroslavl).
Commento generale: la partenza di Grigorenko, Zubarev e Taratukhin è un colpo basso alle ambizioni future del Salavat Yulaev. Le tre giovani stelle sono in netta crescita, in particolare Zubarev, e bisognerà vedere se la squadra sarà in grado di sostituire in attacco la creatività di Grigorenko. Per quanto riguarda il portiere, Mezin è una garanzia, anche se non un fuoriclasse.
Pronostico: Uscita al primo turno dei playoffs.

Severstal Cherepovets
Giocatore Chiave: Marc Lamothe.
Arrivi: Marc Lamothe (Lokomotiv Yaroslavl), Igor Grigorenko (Salavat Yulaev Ufa), Aleksandr Gorelov (HK MVD Tver).
Partenze: Nikolai Semin (Khimik), Andrei Petrunin (Lada Togliatti).
Commento generale: sicuramente il Severstal è la squadra di seconda fascia che più si è rinforzata in questo mercato estivo, grazie soprattutto agli acquisti di Lamothe, forse il miglior portiere della regular season dello scorso anno, e Grigorenko. Resta da vedere come la difesa assorbirà la mancanza del veterano Semin, accasatosi al Khimik. La squadra è comunque molto buona.
Pronostico: Secondo turno dei playoffs.

Sibir Novosibirsk
Giocatore Chiave: Oleg Belov.
Arrivi: Dieter Kochan (Bridgeport Sound Tigers), Evgeni Khatsei (Avangard Omsk).
Partenze: Dmitri Dudarev (Ak Bars Kazan).
Commento generale: Come al solito grande stabilità nel roster della squadra siberiana, con due ottimi ingaggi: Kochan, che andrà ad infoltire la colonia di portieri canadesi stanziati in Russia, e Khatsei, che ha avuto un’ottima stagione lo scorso anno ad Omsk. Resta da vedere se Kochan si adatterà adeguatamente al rigido clima siberiano e al supporto dei giovani locali.
Pronostico: Uscita al primo turno dei playoffs.

SKA San Pietroburgo
Giocatore Chiave: Maksim Sokolov.
Arrivi: Maksim Sokolov (Avangard Omsk), Evgeny Muratov (Metallurg Novokuznetsk).
Partenze: Andrei Mezin (Salavat Yulaev Ufa), Maksim Kuznetsov (Avangard Omsk).
Commento generale: a parte il ritorno a casa di Sokolov e l’arrivo in massa dei giocatori del Novokuznetsk, l’SKA ha visto poco movimento quest’estate. Se Mezin è stato ottimamente rimpiazzato con il portiere forse più forte tra i portieri russi della Superleague, non altrettanto si può dire di Kuznetsov. L’acquisto di Muratov è sicuramente il più interessante tra gli ingaggi riguardanti i giocatori di movimento.
Pronostico: secondo turno dei playoffs.

Spartak Mosca
Giocatore Chiave: Dmitri Semin.
Arrivi: Denis Grot (Spartak Mosca), Aleksei Bondarev (Avangard Omsk), Ilya Zubov (Traktor Chelyabinsk).
Partenze: Maksim Rybin (Avangard Omsk).
Commento generale: si preannuncia una stagione difficile per lo Spartak, per la qualità non eccelsa della squadra, ma ancor più per i problemi economici che affliggono la dirigenza. Lo Spartak comunque ha un nucleo di ottimi giocatori con Semin, Grot, Zubov e Bondarev. Ivanov sarà chiamato a fare da guida per i giovani giocatori e magari per mettere assieme qualche punto, anche se l’età è quella che è.
Pronostico: Uscita al primo turno dei playoffs.

Vityaz Podolsk Chekov
Giocatore chiave: Aleksandr Korolyuk.
Arrivi: Aleksandr Korolyuk (San Josè Sharks), Lukas Zib (Molot-Prikamie Perm), Andrei Markov (Metallurg Magnitogorsk).
Partenze: Denis Afinogenov (Metallurg Novokuznetsk).
Commento generale: neopromossa insieme al Tver, il Vityaz Podolsk Chekov non sembra avere un roster all’altezza di quelli delle altre squadre del campionato, anche se potrà giocarsi l’ultimo posto per i playoffs con il Metallurg Novokuznetsk. L’ingaggio di Markov, ex portiere del Metallurg Magnitogorsk, probabilmente avrà buoni effetti, mentre Lukas Zib rimpiazzerà Denis Afinogenov, accasatosi a Novokuznetsk. Ottimo anche l’ingaggio di Korolyuk, che sarà la stella della squadra dopo aver giocato diverse stagioni in NHL. Questa squadra ha un buon nucleo di giovani locali su cui fare affidamento per i prossimi anni, se si provvederà a fargli acquisire un po’ di esperienza, magari già a partire da questa stagione.
Pronostico: Probabile esclusione dai playoffs.

La Superleague russa quest’anno porterà 16 squadre ai playoffs sulle 18 squadre partecipanti e non sono previste retrocessioni. Il prossimo anno le squadre saranno 20, con la promozione delle due finaliste della Vysshaya Liga. I favoriti sono i moscoviti del Krylja Sovetov, squadra di grande tradizione negli anni d’oro dell’hockey sovietico.
La regular season si concluderà il 10 marzo, mentre le finali inizieranno il 12 aprile.

Tags: