Massimo Da Rin nuovo allenatore dell’HC Egna Krombacher

L’HC Egna Krombacher annuncia l’ingaggio di Massimo Da Rin come allenatore per la stagione 2005/2006. Il 45enne coach di Cortina, nipote dei leggendari Alberto e Gianfranco Da Rin, proviene, come il neoacquisto dei “Wild Goose” Roberto Bortot, dall’HC Torino Bulls.

Come giocatore, Massimo Da Rin ha trascorso quasi vent’anni tra Serie A, Alpenliga, Serie B1 e Serie B2. Oltre che nella sua società di provenienza, la SG Cortina, ha giocato nell’ordine con HC Valpellice, HC Auronzo, HC Lions Courmaosta, HC Torino e AS Varese per poi chiudere la sua carriera indossando per le ultime due stagioni ancora la maglia dell’HC Lions Courmaosta.
Come allenatore, Massimo Da Rin fino ad oggi ha svolto la sua attività ad Aosta, Milano e Torino. Già negli anni ‘90 è stato impiegato, oltre che come giocatore della formazione aostana, anche come assistente al fianco di Steve Smith e successivamente di Jimmy Boni.

Uno dei suoi più grandi successi arriva nel 1998, quando conquista la Coppa Italia con il Courmaosta. Nella stagione 2001/2002 approda a Milano, dove assieme ad Adolf Insam conquista il primo dei quattro scudetti consecutivi dell’HC Junior Milano Vipers.
Nell’anno successivo si trasferisce a Torino, dove trascorre, tra HC Torino e HC Torino/Valpe, le ultime tre stagioni. Il campionato 2002/2003 vede Da Rin condurre il “suo” Torino fino alla finale del torneo di Serie A2, poi persa contro l’Appiano.
Massimo Da Rin è molto noto anche per la sua competenza in materia di settore giovanile. Prova ne sono le dieci partecipazioni ai Mondiali Under 20 e Under 18 sulla panchina della Nazionale Italiana sia in qualità di head coach che di assistente allenatore.
Come C.T. degli azzurrini raccoglie anche due medaglie: una d’oro in Lettonia ed una d’argento in Estonia. Una lunga e positiva parentesi, quella alla guida delle formazioni juniores azzurre, conclusasi l’anno scorso.
Ma per Massimo Da Rin, oltre che quella sulla panchina dell’HC Egna Krombacher, si profila un’altra sfida: allenare la Nazionale italiana per disabili, con l’obiettivo della Paraolimpiadi di Torino 2006.

Questa la sua prima dichiarazione dopo la firma con l’HC Egna Krombacher: << Ringrazio moltissimo il presidente Ivo Visintin e Manfred Zanotti per il grande interesse e la stima dimostrati, che spero di poter contraccambiare con il mio lavoro e l’impegno. Per quanto riguarda la squadra attuale, sono già soddisfatto degli elementi e soprattutto della riconferma di Armando Chelodi. Ma anche il fatto di ritrovare Roberto Bortot, che ho allenato per alcuni anni a Torino, mi soddisfa molto. È un giocatore che in Serie A2 potrà sicuramente dare tanto. Per quanto riguarda i giovani di Egna, li conosco bene avendoli già allenati nelle varie nazionali giovanili. Il prossimo passo sarà quello di muoverci ulteriormente sul mercato per rafforzare adeguatamente la squadra >>.