Il Fassa si affida a Lars Molin

Senza dubbio uno dei migliori giocatori nella storia dell’hockey svedese. Uno dei più completi playmaker con un eccellente senso del gioco. La sua carriera inizia nel MODO neglia anni ’70 dove si rivela uno dei migliori prospect. Nel 1981 i Vancouver Canucks lo fanno esordire in NHL, dove arriverà a disputare una finale di Stanley Cup persa contro degli imbattibili New York Islanders. Dopo 3 stagioni in Nord America Molin torna in Svezia con il MODO e lo riporta immediatamente nella massima Lega (Swedish Elite League). L’apice della suam carriera di giocatore arriva nel 1987 quando vince con la nazionale svedese il titolo di campione Olimpico (prima medaglia d’oro dell’hockey svedese dagli anni ’60). La stagione successiva tenta di portare in SEL della seconda Lega svedese l’Örebro, team con grandi aspettative ma una brutta crisi finanziaria non permette l’ennesimo miracolo di Molin. La sua carriera di allenatore parte però proprio dallo stesso Örebro per poi trasferirsi al Nord, sempre in seconda Lega, con il Björklöven dove ricoprirà inoltre la carica di General Manager e di responsabile tecnico per il Team Under20. Successivamente salverà il Timrå da una retrocessione che pareva ormai certa. molto apprezzato in Svezia per le sue ottime doti d’insegnamento e di motivazione nei giovani gli sono inoltre valse la guida tecnica della nazionale svedese under 20.