KAZAKHSTAN-SLOVACCHIA 1-3 (1-1/0-1/0-1)

di Andrea V.

Partita dalle diverse motivazioni quella disputata alla Wiener Stadthalle di Vienna tra kazaki e slovacchi, con i primi matematicamente fuori dal giro che conta delle top eight; mentre per i secondi l’imperativo di vincere per cercare il miglior piazzamento possibile in vista degli abbinamenti previsti per i quarti di finale.
Gli slovacchi passano in vantaggio al 05.58 con Miroslav Satan che alla prima superiorità numerica a disposizione riceve un bel passaggio da Stumpel e sigla l’1-0.
Non passa nemmeno un minuto e lo slovacco Zednik riceve una penalita di 2+2 minuti per bastone alto, e questa volta è il power play kazako a funzionare alla perfezione ed è cosi che Ogorodnikov al 09.47 realizza la rete del momentaneo pareggio con cui si conclude il primo parziale.
In apertura di secondo periodo un’altra penalità ricevuta dai kazaki permette alla Slovacchia di riportarsi avanti al 23.17 con Palffy. La Slovacchia preme per chiudere virtualmente l’incontro ma il Kazakhstan nonostante le scarse motivazioni non ci sta a fare il ruolo della vittima sacrificale e cerca di rendere difficile il compito agli avversari.

Nell’ultimo parziale gli slovacchi riescono gia in apertura a realizzare il gol della tranquillità con Handzus al 42.54, spegnendo le flebili speranze slovacche. Negli ultimi dieci minuti dell’incontro i kazaki vengono colti spesso in fallo, permettendo alla Slovacchia di gestire l’incontro con estrema tranquillità, portando a casa quella vittoria che gli permette di insediarsi momentaneamente al secondo posto, in attesa del risultato di questa sera tra Bielorussia e Repubblica Ceca.