Campionati del mondo: Lettonia – Ucraina 3-0

LETTONIA-UCRAINA 3-0 (0-0/1-0/2-0)

di Andrea V.

Sofferta ma convincente della Lettonia, in questo scontro tra nazionali ex-sovietiche, dove la Lettonia, squadra vincente, ha la possibilità di insidiare le potenze dell’hockey per un posto nei quarti di finale, mentre per la sconfitta Ucraina, si chiude virtualmente il torneo che conta.
Il primo tempo vede, nonostante una leggera supremazia della nazionale lettone, le squadre giocare in maniera abbastanza contratta ed incappare in qualche inutile penalità.
Nel secondo parziale aumenta la pressione della Lettonia, alla ricerca del gol mentre i gialloblu ucraini, si limitano a cercare di spezzare le trame offensive degli avversari.
Al minuto 33.38 i lettoni raccolgono i frutti della loro pressione, andando in vantaggio grazie ad una rete dell’attaccante del Coira Leonid Tambijevs, risultato con cui si chiude il secondo parziale in cui si registra tra l’altro un infortunio abbastanza serio al difensore ucraino Juri Gunko, colpito in uno scontro di gioco da una ginocchiata di un compagno, il giocatore dopo l’impatto ha purtroppo perso conoscenza e si è reso necessario il trasporto in ospedale per effettuare le cure e gli accertamenti del caso.

Terzo parziale con gli ucraini che abbozzano alcuni sterili tentativi per riaprire la gara, ma al 45.15 i lettoni raddoppiano, dopo che Ankipans entra nella sinistra del terzo offensivo lettone, vede libero dalla parte opposta Skrastins che lascia partire un tiro secco e preciso che non da scampo al portiere ucraino Simchuk, al 57.05 terza rete per la Lettonia con Semjonovs che sugli sviluppi di un’azione simile alla seconda rete, lascia partire un tiro che si infila in mezzo ai gambali del portiere ucraino. Nota di merito anche per Irbe, il portiere lettone, vera icona nazionale che con 17 parate su altrettanti tiri ricevuti, colleziona il suo primo shootout in questa rassegna iridata.