Campionati del mondo: Repubblica Ceca – Kazakhstan 1-0

di Davide:

alla fine qualche tifoso ceco ha fischiato i propri beniamini, ma tutto sommato la nazionale di Ruzicka ottiene quello che voleva, primo posto e nessun ulteriore infortunio, dopo quello di Jagr, con il minimo sforzo. I kazaki, che hanno provato a vincere la partita nella prima parte del periodo iniziale, devono attendere il confronto di stasera tra Germania a Svizzera per conoscere il loro destino. Gli asiatici hanno palesato anche oggi il solito difetto (pur con l’attenuante di affrontare un avversario superiore per qualità): quello di essere una squadra abile a giocare se è attaccata, ma assolutamente carente se deve condurre il gioco. Un divertente primo periodo, con i kazaki intraprendenti che minacciano la porta di Hnilicka con Pchelyakov e Trochsinskiy, che colpisce il palo con un gran tiro, ed i cechi a rispondere con conclusioni di Dvorak e dei soliti "bombardieri" Kubina e Zidlicky, cogliendo anche una traversa con deviazione volante di Rucinsky.

Nel periodo centrale la Cechia decide che è meglio non rischiare figuracce "storiche" e dà una decisa scrollata al ritmo della gara, trovando il "game winning goal" al 30.44 con Ales Hemsky. Il giovane attaccante degli Edmonton Oilers riceve il puck da un face-off vinto da Rucinsky e tira al volo in porta: una leggera deviazione di Andrey Ogorodnikov mette fuori causa il pur bravo Kolesnik.
La gara finisce qui perchè i cechi non infieriscono ed i kazaki, come detto, per limiti "strutturali" non hanno il colpo del pareggio. Da segnalare invece un’ottima difesa in doppia inferiorità nel terzo periodo contro la temibilissima power play unit della Cechia.

Tabellino
Rep. Ceca – Kazakhstan 1-0 (0-0,1-0,0-0)
30:44 1:0 83 HEMSKY Ales (26 RUCINSKY Martin)

MVP della partita:
Rep. Ceca: Marek Zidlicky
Kazakhstan: Yevgeny Koreshkov

Photo taken from www.hokej.cz