DYNAMO MOSCA CAMPIONE.

di Andrea Valla

Campione doveva essere e campione è diventato; rispettando i favori del pronostico, che dopo il lockout definitivo della NHL volevano i biancoblu della capitale come i principati candidati alla vittoria finale.
Sebbene non sia stata una passeggiata, la marcia della squadra moscovita è stata forse meno ardua di quanto ci si poteva immaginare, solo una sconfitta per la Dynamo durante tutto l’arco dei playoff, tra l’altro giunta dopo i rigori in gara 1 di semifinale contro l’Avangard Omsk di Jaromir Jagr. Poche anche le reti concesse alle formazioni avversarie, solo 8, su 10 incontri collezionando ben 4 shootout, segno di una disciplina difensiva che coach Krikunov ha saputo imporre anche ad affermate star NHL come Datsyuk e Afinogenov, solo per fare un esempio.
Nulla ha potuto nemmeno il Lada Togliatti, avversario nella serie di finale, e questo nonostante il Lada sia una squadra che faccia dell’organizzazione difensiva il proprio punto di forza, e se si può dire che questo compito è parzialmente riuscito, tutto è andato a scapito della pericolosità offensiva, tanto che sono riusciti ad andare a bersaglio solo 2 volte in 3 partite.
Dynamo campione quindi, di un campionato dagli elevati valori tecnici, e già i tifosi russi si stanno chiedendo se riusciranno a vedere un altro campionato così ricco di star, quindi ora tutti attendono notizie dalla lontana America, per sapere le sorti della prossima stagione NHL a cui, le sorti dei roster delle squadre europee sono forzatamente legati.