Dopopartita Gara-7: intervista ad Alvise di Canossa

di Carlo Palazzolo:

HockeyTime: Sicuramente Presidente sarà soddisfatto per questa ennesima prestazione della sua squadra.

Alvise di Canossa: Sono certamente soddisfatto ed orgoglioso per questa vittoria che ci ha portato al quarto scudetto. E’ stata un’ottima partita con un bellissimo finale. I ragazzi volevano la vittoria e l’hanno ottenuta in modo brillante.

HT: Un’ottima partita dunque e un’entusiasmante stagione, ha qualche nome da citare in particolare?

AdC: E’ difficile dare un nome singolo in quanto tutti hanno sempre dato il massimo per la squadra, mi piace però ricordare Armin Helfer che quest’anno ha fatto un ulteriore passo in avanti e che passo! Si è dimostrato un validissimo difensore ed un ottimo scorer. Anche altri giocatori però meritano una menzione d’onore, per arrivare a questi livelli infatti serve l’apporto di tutti. Mi piace pensare ai giocatori provenienti dalla NHL che non si sono certo risparmiati ma hanno contribuito in modo costante al raggiungimento di questo obiettivo. La stagione è stata sicuramente positiva con tanti traguardi e molte soddisfazioni a cominciare dalla finale di Continental Cup. Non abbiamo vinto è vero ma esserci stati rimane motivo di orgoglio per questa società.

Vorrei aggiungere un caloroso saluto ai nostri avversari sportivi che si sono dimostrati un valido ed onorevole avversario per questa serie finale ma il più grande “grazie” lo voglio riservare ai tifosi che come sempre sono stati eccezionali, sempre presenti, sempre vivi. Ci sono state delle incomprensioni durante la stagione ma la serata di oggi (ieri n.d.r.) dimostra che tutto è stato risolto e che il connubio squadra / tifosi è più vivo che mai.

HT: Quest’anno abbiamo assistito ad un bellissimo campionato ma già qualche nuvola appare all’orrizzonte……

AdC: Purtroppo è vero, di nuovo non sappiamo che campionato avremo il prossimo anno, di nuovo non sappiamo quante saranno le squadra iscritte, di nuovo non sappiamo nulla in merito a transfer. Siamo alle solite insomma ed ogni volta il Milano appare la squadra di peso di questo campionato. Come ho già avuto modo di dire mi spiace molto che si sia persa questa occasione per affacciarci al grande pubblico di massa. Quest’anno andava sfruttato meglio visto l’interesse dei mass media anche grazie alla presenza di giocatori così importanti. Invece siamo alle solite, sembra quasi che il Milano dia fastidio ed ogni anno si cerca di cambiare le regole affinché le vipere non vincano o peggio, magari si pensa che prima o poi il sottoscritto si stufi. In merito a questo voglio essere molto chiaro. Io continuo, non mi fermo. Questa città e questo pubblico merita una squadra ma non solo. Ha il diritto di avere una squadra vincente, che lotti per la vittoria finale ed è quello che voglio fare. Adesso ci prenderemo una pausa per ricaricare le batterie ma sarà di breve durata. Tra qualche giorno cominceremo ad organizzare la prossima stagione con il medesimo obiettivo che è la vittoria finale.

Ringraziamo il Presidente Alvise di Canossa e la società per la disponibilità.