Cortina: la scheda tecnica

Squadra dal grande fiato e dalla preparazione atletica notevole il Cortina ha nella prestanza fisica la sua arma miglire. Si tratta di una squadra che ha la grande opportunità di giocare con 2 sole linee per molti minuti magari inserendo un giocatore della terza per dare respiro a qualche compagno in difficoltà ma vediamo la squadra ampezzana nei vari reparti.

PORTIERI:
Come è noto il Cortina non ha un back-up di rilievo e tutto il peso della difesa della gabbia poggia su F. Gravel. Le sue statistiche sono un po’ calate durante la fase finale dei play off ma rimane per lui un ottimo record vincente.
E’ un portiere molto statico infatti difficilmente lascia la gabbia per dare una mano ai compagni. Per fare un esempio è completamente differente da Muzzatti che invece ha una grande mobilità in senso verticale.

La sua arma vincente è la sua tecnica con il bastone che usa moltissimo anche in fase di stop dei dischi che pervengono dalle sue parti.

DIFENSORI:
Due sono i nomi di spicco del reparto arretrato del Cortina: Mosnar e Ciglinecki ma con caratteristiche e modello di gioco completamente differente.
Mosnar ha un’ottima tecnica di bastone ed una grandissima visione di gioco quando è in possesso del disco. Queste caratteristiche fanno di lui un perfetto play-maker in fase d’impostazione di gioco a livello difensivo.
Ben differente è invece Ciglinecki che è uno dei difensori più duri del campionato. Il suo gioco di interdizione è molto pesante e molto spesso al limite del regolamento ma serve ad intimorire l’avversario.

ATTACCANTI:
Cullen e De Bettin sono un’ottima coppia d’attacco ma soprattutto sono ancora in grande forma dopo una stagione senza alcun dubbio stressante dal punto di vista fisico. Le loro giocate sono in grado di mettere in difficoltà la retroguardia meneghina. Sono loro i giocatori che potranno portare al successo il Cortina ma non sono certo gli unici. Anche i compagni di squadra svedesi e finlandesi, Hult, Ström, Pettersson e Kuikka sono dotati di un ottima tecnica e non sono certo da sottvalutare.
In attacco dunque ci sono due buone linee ed una terza di lottatori che renderà la vita dura ad una delle 3 linee equilibrate dei Vipers.