A.S. Mastini Varese: I voti della stagione

di Gianluca:

I ragazzi di Tony Martino hanno giocato tutti una buona stagione; ecco un’analisi dei singoli Mastini:

Della Bella: stagione caratterizzata da alti e bassi per l’estremo giallo-nero da cui ci si aspettava qualcosina di più. Comunque una stagione sufficiente per Paolo con un aumento notevole della percentuale di parate nelle ultime partite. Voto: 6+.
Ivarsson: arrivato a stagione iniziata al posto di Pucci, il portiere svedese ha esordito con uno shoot-out per poi disputare delle buone prove (una decina le sue presenze) anche se contro avversari non di alto livello. Onesto back-up. Voto: 6.
Pucci: il varesino doc non ha potuto giocare tanti minuti sul ghiaccio anche perché verso metà stagione ha lasciato l’hockey per la sua professione (anche se al momento del bisogno si è fatto trovare pronto). Un grande in bocca al lupo! Voto: sv.
Trevisani: per il nazionale italiano una stagione che doveva confermare quanto di buono fatto la stagione precedente; Carter ha giocato su buoni livelli contro avversari ben diversi dell’anno scorso; mancano qualche gol. Ora la nazionale. Voto: 6.5.
Olsson: lo svedese ha disputato un’ottima regular season e ha fatto una bella impressione a tutto l’ambiente. Grande lavoratore ha giocato con grande continuità e tenendo un rendimento costante. Promosso a tutti gli effetti. Voto: 6.5.
O’Brien: stesso discorso fatto per Olsson; giocatore prettamente difensivo ha svolto il suo compito con delle buone prove ed è andato crescendo di partita in partita firmando l’ultimo gol stagionale dei Mastini. Voto: 6.5.
Murphy: dopo un avvio di stagione piuttosto in sordina, il possente canadese si è ripreso anche se non è restato sui livelli della passata stagione; meno incisivo in attacco ma sempre baluardo della difesa giallo-nera. Voto: 6.5 (anche per i finali di partita sotto la curva).
Willers: discreto giocatore e buon lavoratore che ha fatto valere molto il suo fisico; come gli altri difensori giallo-neri ha disputato una buona stagione cercando spesso anche la via della rete anche se alla fine di gol non ne sono arrivati tanti. Voto: 6.5.
Rigamonti: l’ex delle giovanili dello Zurigo è stato il difensore meno impegnato da coach Martino; comunque si è sempre fatto trovare pronto all’appuntamento. Voto: 6.
Mansi: vero leader in campo dei Mastini ha disputato una stagione tra attacco e difesa dando consigli a tutti quanti; la sua presenza sul ghiaccio e nello spogliatoio è stata fondamentale per la crescita del gruppo. Mastino puro al 100%. Voto: 7.5.
Zinevych: stagione sfortunata per l’ucraino; la sua classe cristallina ha risentito dei gravi problemi familiari e del pesante infortunio occorsogli nel derby. Comunque assenza rilevante all’interno dello scacchiere giallo-nero. Voto: 6.
Iannone: probabilmente il Mastino che ha reso meno del previsto. Dopo la sua stagione boom dell’anno scorso, Pat si è svegliato solo nella seconda parte del campionato non confermando comunque tutte le sue potenzialità. Un vero peccato. Voto: 5.5.
Matulik: lo slovacco doveva essere il trascinatore della squadra e invece ha deluso; prima scelta assoluta del mercato varesino, Ivan nelle prime partite non ha convinto tanto. L’infortunio al ginocchio lo ha messo ko per la stagione. Voto: 5.
Lahteela: se avessimo messo un contachilometri ai suoi pattini forse avrebbe fatto il giro del mondo; giocatore perfetto per il gioco di coach Martino. Grandissimo lavoratore che quando è mancato per infortunio il gioco varesino ne ha risentito parecchio. Stacanovista. Voto: 7.5.
Michelutti: dopo la sfortunata passata stagione, l’italo canadese ha fatto ritorno alla base per l’ultimo scorcio di stagione potendo giocare nel suo ruolo; buon giocatore che ha dimostrato di sapersi inserire bene negli schemi giallo-neri. Voto: 6.
Salonen: il finlandese ha dimostrato una tecnica notevole; a metà stagione il suo periodo migliore (coronato dalla tripletta nel derby) prima di un leggero e continuo calo nel finale. Comunque importante nella costruzione del gioco varesino: 6.5.
Sisca: di lui si diceva che fosse un gran finalizzatore e così è stato: top scorer giallo-nero ha avuto un calo nella parte centrale della stagione per poi ripartire alla grande. Il bomber tascabile ha stupito per senso della posizione e per il suo cinismo. Voto: 8.
Chambers: giocatore che non è molto appariscente e che non ha una grande pattinata; ma se si va a vedere il tabellino di fine partita il suo nome nei gol o negli assist figura sempre. Secondo top scorer del roster giallo-nero. Voto: 7+.
Pittis: il piccolo Mastino ha avuto un inizio di stagione fantastico prima di accusare un momento di flessione, per poi ripartire alla grande; grinta, coraggio e velocità sono le caratteristiche di Little John diventato ben presto l’idolo dei tifosi varesini. Voto: 7.5.
Silva: buona stagione per Alex che impiegato nella linea con Lahteela e Pittis ha fatto vedere buone cose, linea che a inizio stagione ha trascinato i Mastini ed ha avuto un ottimo rendimento. Voto: 6.5.
Chimera: la stella NHL è stata la ciliegina sulla torta del roster di Tony Martino. Impressionante per velocità e potenza, Jason ha però deluso nel finale di stagione non rendendo e non contribuendo al salto di qualità dei Mastini. Voto: 6 (di stima).
Toletti-Merzario-Sorrenti-Teruggia: la banda varesina ha dimostrato ancora una volta di essere pronta a gettarsi nella mischia; non sempre impiegati da Martino, i ragazzi made in Varese sono riusciti a mettere a segno anche qualche gol e qualche assist, oltre a un gran lavoro di pressing. Voto: 6.5.
Tony Martino: il coach ha costruito una squadra basata su grandi lavoratori facendo del pressing e della velocità le caratteristiche del suo gioco. E’ riuscito ad amalgamare bene il gruppo rendendolo una vera squadra. Da rivedere i power play…l’estate è lunga…..coraggio. Voto: 7.
Famiglia Colombo e sponsor: un grazie a loro e agli altri sponsor per aver riportato l’hockey su ghiaccio a Varese a un ottimo livello; ora però bisogna continuare nel progetto anche perché l’affetto della gente verso i Mastini è stato grande. Migliore in campo. Voto: 10.