Valpellice – Gherdeina: il commento

By Fly

"Garbage Time" diceva il mitico Dan Peterson quando commentava gli ultimi minuti di un match NBA brutto quanto inutile… e tempo di "immondizia" è stato l’ultimo di Valpe – Gardeina quando i locali dal 6 a 2 sono passati sotto per 10 a 6!!!
E le colpe non sono solo del giovanissimo goalie Alain Farina, schiarato da Ciaz a metà del secondo tempo, ma di tutta la squadra che ha inopportunamente anche se comprensibilmente "mollato" in vista dei playout.
C’erano comunque 500 persone al Filatoio, a testimonianza di un amore che non si è mai spezzato, e , per due tempi, una sontuosa Valpe che ha aumentato i rimpianti per una qualificazione ai playoff che era sicuramente alla portata dei Torresi.
Per la cronaca il primo drittel era finito 4 a 0 per la Valpe, poi 6 -2 alla fine del secondo e lo 0-8 del terzo finale con tanti minuti per la linea dei giovani locali e, stranamente, un pò di botte e penalità distribuite equamente.

Per i maniaci della classifa marcatori ricordo la solita doppietta (e doppio assist) sia di Andrey che di Anton Butochnov, e le reti di Lindaghen e Eklov per la Valpe; per il Gardeina 3 reti a testa per Vire e Senoner e una per Brugnoli, Insam, Peach e Verginer.
In sintesi, il Gardeina ha trovato la vittoria che le serviva ad evitare l’Egna (ma è poi così meglio trovare il Merano?), per la Valpe mercoledì sera al Filatoio è già tempo di playout contro il Bressanone per salvare una stagione sinora colma di rimpianti.