Varese: la replica alla decisione del giudice sportivo

Riportiamo qui di seguito il comunicato stampa della società Mastini Varese in merito alla decisione del Giudice Sportivo della partita del 28 gennaio che ha sanzionato la società lombarda con la sconfitta a tavolino.

Incontro Varese Asiago del 28-1-05: comunicato stampa

4-2-05 – (MM) L’incontro Varese Asiago del 28 gennaio 05 conclusosi con la
vittoria dei Mastini per 2:1 è stato invalidato con decisione n° 04/247 del
03/02/05 con la seguente motivazione:

Il Giudice Sportivo, visto l’Art. 61 delle Norme Organizzative Federali
Annuali 04/05 Dispone la non omologazione del risultato, come conseguito sul
campo della gara in oggetto, la vittoria a tavolino con il punteggio di 5:0 in
favore della squadra SUPERMERCATO A&O ASIAGO, la rettifica sulla base della
presente decisione, della Classifica del Campionato di Serie A.

La Mastini Varese Hockey pur ammettendo la propria disattenzione nel rinnovo

del tesseramento del giocatore Jason Chimera ribadisce:

a.. l’assoluta buona fede con la quale la società ha mandato in campo un
proprio giocatore non in regola con il tesseramento.

b.. La presunta malafede dei dirigenti dell’Asiago che, quasi certamente
avvisati dalla Fisg stessa, hanno inviato fax di richiesta di vittoria a
tavolino esattamente un’ora e qualche minuto dopo l’invio, da parte dei
Mastini alla Fisg, della copia di avvenuto bonifico per rinnovo
tesseramento.

c.. Appare evidente che i vertici dell’Asiago sono venuti a conoscenza della
posizione di Jason Chimera solo dopo l’invio della copia di avvenuto
bonifico, in quanto, se così non fosse i dirigenti dell’Asiago presenti a
Varese, avrebbero evidenziato alla terna arbitrale l’impossibilità di Jason
Chimera ad effettuare la partita.

La società Mastini Varese Hockey opporrà ricorso ai vertici federali al fine
di sensibilizzare, chi di competenza, sull’opportunità di evitare che alcune
società iscritte al campionato di hockey, vengano più salvaguardate di altre.

La società Mastini ribadisce il concetto morale che i punti in classifica si
acquisiscono sul ghiaccio e non con le richieste scritte. Ribadisce inoltre
che ad un ammanco amministrativo (ritardo nel pagamento del rinnovo del
tesserino) corrisponda una sanzione amministrativa e non una penalità di
questa rilevanza atta a falsificare, in modo così clamoroso, la classifica di
serie A.

La Mastini Varese Hockey ringrazia sentitamente i suoi tifosi che,
comprendendo l’attuale stato d’animo, si sono affettuosamente stretti attorno
ai Mastini.