Bolzano – Val Pusteria: la cronaca

di Mary Alberghina

Nonostante i soli 700 spettatori intervenuti nell’incontro casalingo di ieri sera, i “Foxes” si sono imposti nettamente sul H.C. Pusteria con uno schiacciante 9 a 3.
L’avvio di partita volge subito a favore dei padroni di casa che dopo 6 minuti vanno a segno con Avancini che di slap dalla linea blu infila accanto al palo alla sinistra di Derouville.
I sei minuti successivi vedono continui capovolgimenti di fronte con Insam per il Bolzano che tenta il raddoppio,mentre per gli ospiti sono Zajankala, Thorton e Bona a tentare di agguantare il pareggio, senza riuscire nell’impresa.
Al 12’55 è Scahefer per il Bolzano a raddoppiare sfruttando al meglio una superiorità numerica; dopo aver scartato entrambi i difensori pusteresi con un bel tiro di polso fa scivolare il disco alle spalle dell’estremo avversario.
Dopo meno di un minuto Belanger, da metà del terzo avversario, tenta di superare nuovamente il portiere ospite con uno slap, che però questa volta viene bloccato.

Pochi secondi più tardi, per l’esattezza al 13’49 Quint riceve un retropassaggio sulla blu, si avvicina di qualche metro, scarta il difensore e di polso sorprende nuovamente Derouville sul lato sinistro portando i biancorossi al terzo gol.
Nuovi capovolgimenti di fronte vedono Hell occupato in alcune parate poco impegnative.
Al 18’33 il Bolzano si porta sul parziale 4 a 0 con Ramoser che, nuovamente in superiorità numerica, riceve un passaggio davanti alle porta da Insam e di polso infila il disco sempre alla sinistra dell’estremo pusterese.
Al 19’59 Thorton spreca un’occasione d’oro arrivando solo davanti a Hell, ma il suo tiro di polso viene prontamente parato dal goalie bolzanino.
Il secondo drittel si apre subito con una marcatura biancorossa con Belanger che torna a segno a 40’’ dall’avvio del tempo, servito alla perfezione da Schaefer che da dietro porta gli serve un passaggio davanti alla gabbia avversaria e il centro canadese non si fa sfuggire l’occasione.
Il momento per accorciare le distanze per i pusteresi arriva al 1’32 in superiorità numerica quando Forget di polso direziona il disco sotto la traversa della gabbia di Hell.
Al 10’47 la compagine ospite decide di effettuare il cambio del portiere facendo entrare Rene Baur a difesa della porta pusterese mantenendo la rete inviolata fino alla fine del secondo tempo, nonostante le azioni pericolose effettuate da Dorigatti, Zisser, un palo di Beattie e da un bellissimo scambio Belanger-Schaefer che si conclude col disco sul fondo dopo aver costeggiato parallelamente la linea di porta.
Punteria altrettanto pericoloso nella metà conclusiva del secondo tempo con attacchi di Pichler che in 1:0 tira fuori e con Trenker che nuovamente in 1:0 tira sul portiere.
La frazione finale inizia a favore degli ospiti che dopo soli 7 secondi sorprendono sia Insam che Hell; dopo l’ingaggio Pichler recupera il disco e decide di scagliarlo sul fondo, ma il puck a metà altezza viene deviato involontariamente dal braccio di Insam e finisce poco sotto la traversa al lato sinistro di Hell che non arriva a prenderlo.
Il Bolzano si riprende subito dal gol rocambolesco degli avversari ed allunga ulteriormente le distanze dopo tre minuti con Dorigatti che davanti alla porta devia al lato destro di Baur un passaggio di Zisser.
…Ingaggio, …25 secondi e Belanger regala al pubblico una perla infilando sotto la traversa il settimo gol biancorosso.
Al 4’20 è la volta del rinato Timpone effettuare una marcatura; poco dopo la blu del terzo avversario, non lontano dalla balaustra, approfitta del fatto che Baur abbia lasciato il palo alla sua destra libero e di slap centra proprio l’angolo lasciato sguarnito.
Al 5’59 i lupi pusteresi tentano una flebile rimonta con Thorton che recupera un disco libero davanti alla porta di Hell, ma l’estremo biancorosso ferma il tiro avversario.
Al 7’58 ci tenta Boito con un tiro fortissimo dalla linea blu, che però termina alto sul fondo.
L’ennesima inferiorità numerica “guadagnata” dai pusteresi consente ad Enrico Chelodi di segnare il nono ed ultimo gol biancorosso con un tiro di polso dal punto di ingaggio del terzo ospite.
La partita si conclude con l’ultimo gol pusterese al 14’16 con Bona che in superiorità numerica di slap dalla blu gonfia la rete della porta di Hell facendo concludere la partita sul definitivo 9:3.