Super Six: presentazione Avangard Omsk

di Davide:

Angelo Massimino, storico presidente del Catania calcio, pensava che l’amalgama fosse una cosa che si potesse comprare per migliorare il gioco della sua squadra. Se fosse vero, l’Avangard Omsk, con il roster di super stars che si ritrova, non navigherebbe in un anonimo centroclassifica nel campionato russo. Basta infatti scorrere l’elenco dei giocatori che coach Valeri Belousov ha a disposizione per rimanere a bocca aperta: Maxim Sushinski, Andrei Nazarov, Andrei Kovalenko, Alexander Perezhogin, uno dei prospetti più interessanti, Igor Nikitin, Sergei Gusev, il goalie della nazionale Maxim Sokolov, l’inossidabile Oleg Tverdovsky, il ceco Jaroslav Bednar e naturalmente…… sua maestà Jaromir Jagr, 10 goals e 10 assists in 16 matches fin ora.

L’anno scorso l’Avangard, fondato nel 1950, ha vinto il suo primo titolo in Superliga dopo una drammatica serie finale contro il favoritissimo Metallurg, risolta solo ai rigori della quinta partita, trascinato da quelle che sono ancora le sue colonne, il goalie Maksim Sokolov, votato miglior giocatore del campionato e dei playoffs, e Oleg Tverdovsky, vincitore del trofeo Zolotuyu Klyushku, che premia il giocatore dell’anno. Una media di 5.200 spettatori ha seguito la squadra nel Blinov Sport Complex(5.500 posti). Come molte altre squadre russe, anche l’Avangard può contare sui rubli che arrivano dal petrolio, quello che estrae e vende il suo ricchissimo sponsor, la compagnia Sibneft, grazie ai quali può permettersi di offrire contratti principeschi ai suoi giocatori.

Per non essere troppo ovvi nell’indicare Jagr come giocatore da seguire nel Super Six, attenzione a Maxim Sushinski, veloce ala destra, ma soprattutto abilissimo assist man.

Tags: ,