Milano – Alleghe: il commento.

di Tony Puma

Milano – Alleghe 7-0 (2-0; 4-0; 1-0)

Netta affermazione del Milano Vipers su un Alleghe poco incisivo ed impreciso in attacco.
Nella formazione ospite esordisce il neo acquisto Adam Russo, proveniente dall’Asiago, mentre per meneghini a difendere la gabbia c’è Mark Demetz. Gli assenti per i padroni di casa sono Chitarroni e Oberrauch. Alleghe in formazione completa.
La prima azione pericolosa è del Milano, al 2.43, che, con un tiro di Leszek “Bruno” Laszkiewicz impensierirsce Russo che con un rebound dà vita ad un’azione di contropiede da parte delle Civette, ma è bravo Demetz a neutralizzare.
Al quarto minuto in 43 secondi Milano crea due occasioni con Di Maio che non vengono sfruttate; al 4.29, su passaggio di Smith e davanti allo slot l’NHLers tira, ma il golie avversario non si lascia sorprendere. Al 4.42, dalla stessa posizione non centra lo specchio della gabbia.

Al quinto minuto si registra la prima interessante azione d’attacco degna di nota dell’Alleghe con Tito Menghetti, ma la difesa rossoblu sventa la minaccia.
Al 6.27 Laszkiewicz, su assist di Felicetti, porta in vantaggio il Milano. 1-0.
Nei minuti successivi l’Alleghe prova a reagire. Helfer subisce una penalità di due minuti per trattenuta con bastone, ma il power play a favore dei veneti non è sfruttato a dovere. Al 9.55 un tiro dalla blu di Lorenzi è deviato da Demetz con la parte superiore del bastone.
Da questo momento riprende il forechecking dei padroni di casa; gli avversari provano a liberarre il proprio terzo difensivo, ma Laszkiewicz intercetta e al 12.38 realizza il 2-0.
L’Alleghe non si perde d’animo. Al 17.12 Kinos perde il disco nella propria metà campo, interviene Da Tos che lo recupera, si porta davanti alla porta milanese, Demetz si stende sul ghiaccio e ferma il disco.
La trama del secondo periodo è identica a quella del primo.
All’1.30 inizia subito Milano a farsi pericoloso con una discesa di Savoia che tira, Russo respinge, il disco è recuperato da Rickmo che prova a perforare l’estremo difensore agordino, ma ancora una volta non si lascia sorprendere; il rebound è recuperato da Lehtonen, ma il golie ancora una volta respinge e l’azione sfuma.
Al 5.09 è Smith a provare la conclusione dalla blu, ma non c’è nulla da fare. L’assedio continua; al 7.00 Adams fugge in contropiede, ma si fa parare il tiro. Si và all’ingaggio che viene vinto dal Milano, il disco termina a Smith che tira, Russo ribatte, ma è lesto Lehtonen a riprendere il puck e ad insaccare per il 3-0.
Al 8.18 scambio Rickmo-Felicetti, quest’ultimo tira e Laszkiewicz un po’ goffamente realizza il 4-0.
Il 5-0 arriva al 13.09, in penalty killing, con Kinos che assistito da Sundstrom scaglia un tiro a mezza altezza che s’insacca alle spalle di Russo. Il difensore rossoblu si ripeterà al 16.24 portando il risultato sul 6-0.
Il terzo drittel regala poche emozioni; Milano controlla la gara e l’Alleghe cerca di segnare il gol della bandiera. Al 2.19 Veggiato prova ad impensierire Demetz, ma il golie milanese si fa trovare pronto.
Al 13.58, Tkaczuk vola in contropiede, ma al momento della conclusione tira alto sopra la porta.
L’ultima emozione della serata è data da Andrea Molteni che con un tiro dalla blu sorprende Russo, convinto di aver preso il puck nella pinza e realizza il definitivo 7-0.
Ora per il Milano e i suoi tifosi inizia l’avventura di Continental Cup in Ungheria. Vedremo se i nostri campioni sapranno difendere al meglio i colori italiani e se sapranno regalarci qualche sorpresa.