Torino – Fassa: il commento

di Franz

Torino – Fassa 6-3 (3-1; 3-1; 0-1)

Roboante vittoria interna dei Torino Bulls nell’ultima partita del 2004 contro un Fassa decisamente sottotono. Passate le rituali fasi di studio, è il Torino che si fa vivo dalle parti di Carpano con un tiro di Kallio che il goalie fassano ribatte con sicurezza, sul successivo ribaltamento di fronte è Ciresa ad impegnare Martin con un tiro dallo slot che il portiere svedese respinge con lo scudo. A 8’48″ il Torino passa in vantaggio: Prochkaza recupera un disco in difesa e lo passa a Fournier, che supera la blu e vede lo scatto di Poremsky che viene splendidamente servito. Il canadese si trova solo davanti a Carpano e lo trafigge proprio in mezzo ai gambali. Chi si aspettava la reazione del Fassa resta deluso, la partita langue ed è il Torino a passare di nuovo: rapido scambio Kallio-Mattila con quest’ultimo che imbecca Karhula sulla blu alla destra di Carpano, l’ala finlandese entra nel terzo offensivo e batte il goalie avversario con un perfetto wrist rasoghiaccio che passa sotto il gambale destro del portiere. Dopo appena 35 secondi il Fassa risponde con un tiro di MacNevin su cui Martin pasticcia trascinandosi il disco in porta. Dopo il gol della sua squadra, il coach del Fassa decide clamorosamente di sostituire Carpano con Carlsson. Carpano non prende decisamente bene la sostituzione, a mio parere ingiusta, sbattendo la porta della panca e scagliando lontano la stecca. Il cambio di portiere non sveglia la squadra ospite, tant’è che dopo appena 50 secondi Torino passa di nuovo, ancora grazie ad un breakaway di Foremsky, lanciato ancora da Fournier, che trafigge Carlsson in tuffo al primo tiro scagliato contro lo svedese. Il Fassa non riesce ad organizzarsi ed a parte un paio di mischie ben sventate da Martin e difesa, il primo tempo giunge al termine, con il Torino che non sfrutta 2 minuti di superiorità numerica.

Il secondo tempo riprende la falsariga del primo tempo: il Fassa non riesce ad essere incisivo ed il Torino ovviamente non accelera, considerato il vantaggio. Al 27’16″ Signoretti si siede in panca puniti per gancio con bastone e dopo neanche un minuto, splendida azione del Torino: Foremsky parte dal terzo difensivo, serve Winkler che di prima appoggia a Prochazka che dalla destra tocca il disco da due passi superando un incolpevole Carlsson, che invece ha parecchie responsabilità sul 5° gol della squadra di casa, segnato al 30’5″ in superiorità numerica (fuori Rymsha per sgambetto): Karhula si invola sulla sinistra, il tiro non è trattenuto da Carlsson che ribatte giusto sulla stecca del finlandese che a porta spalancata, sebbene defilato, insacca. Il Fassa capitola ancora 2 minuti dopo, con un nuovo breakaway di Kallio che batte Carlsson con un preciso tiro alla destra del portiere ospite. Sul 6-1 gli ospiti hanno una reazione di orgoglio ed al trentesimo Signoretti trova il jolly con un tiro dalla blu dalla sinistra di un incolpevole Martin che si insacca sotto il sette alla destra del portiere torinese.
Si va così al secondo intervallo sul 6-2 e nel terzo tempo il Fassa finalmente si butta all’attacco ma ormai è tardi per la rimonta, ma al 44’12″ un gol arriva lo stesso grazie a Felicetti, che cercando di stoppare con la spatola un passaggio a mezza altezza di Rochefort, tocca male per sua fortuna il disco finisce alle spalle di Martin; lo stesso Felicetti pare piuttosto sorpreso dal gol realizzato. Il forcing del Fassa lascia ovviamente spazi al contropiede del Torino ed al 48’ Foremsky ha l’occasione per la sua tripletta ma solo davanti a Carlsson cicca clamorosamente il disco. Dall’altra parte Torgersson e Ciresa impegnano severamente Martin che è bravo a ribattere con lo scudo la conclusione del primo e col gambale destro lo slap del secondo, mentre a 5 minuti dalle fine è Mattila a trovarsi solo contro Carlsson ma stavolta il goalie si supera bloccando il disco. Ad un minuto abbondante dalla fine il Fassa rinuncia al proprio portiere ma a parte una paio di mischie sotto porta non succede nulla, anzi è il Torino ad andare vicino al gol con una discesa di Bortot ma al momento della conclusione MacNevin scivola contro la propria porta spostandola.
una buona vittoria del Torino che ha disputato una grande partita con Foremsky, autore di ben 3 punti, e Prochazka che ha giocato sia in attacco che in difesa su tutti.