Pareggia il Lugano con l’ultima della classe, torna al successo l’Ambri Piotta

Lugano-Losanna 2-2 dts (0-0;1-0;1-2;0-0)

Deludente prestazione della capolista opposta all’ultima della classe. Un Lugano svogliato non è riuscito a battere un Losanna che non ha rubato nulla e che si è difeso con ordine. Nel Secondo periodo il Lugano passa in vantaggio con Vauclair al 39.31. Il terzo periodo inizia con tre penalità consecutive contro i bianconeri ed il Losanna ne approfitta. Al 43.45 è Tuomainen a pareggiare in 5c3 per poi passare in vantaggio al 47.15 con Martin Saint-Louis. A questo punto il Lugano cerca di reagire ma non riesce a pareggiare fino al 58.39 quando Maneluk, con Rueger già richiamato in panchina trova il pertugio per battere l’ottimo Berger. Nel supplementare l’occasione più ghiotta capita al Losanna ma non se ne fa nulla. Un punto perso per i bianconeri viste le premesse della vigiglia, ma un punto guadagnato alla luce di come si erano messe le cose.

Ambri Piotta-Langnau 3-1 (2-1;0-0;1-0)

Importantissimo successo dell’Ambri nello scontro che lo vedeva opposto al Langnau. Leventinesi in vantaggio con Domenichelli al 10.03 ma raggiunti immediatamente dagli ospiti al 12.01 con Tiilikainen. Tornano in vantaggio i padroni di casa con Liniger al 16.52 poi la partita si fa equilibrata. L’Ambri la chiude con Domenichelli al 59.43 quando il Langnau aveva richiamato in panchina il portiere per schierare un uomo di movimento in più.

Berna-Ginevra/Servette 5-1 (1-0;2-0;2-1)

Partita praticamente senza storia alla BernArena dove il Berna ha dominato il Servette. Berna in vantaggio al 17.56 con Ziegler. Nel Secondo periodo l’allungo decisivo della squadra della capitale con Savard al 25.34 e Sarault al 35.57. Nel terzo tempo il Berna ha badato allo spettacolo e a difendere il punteggio. Quarta rete di Jobin al 44.12 poi il Servette ha ridotto le distanze con Donovan al 48.53 ma non ha mai dato l’impressione di poter rientrare. Poi la quinta rete dei campioni in carica ha chiuso definitivamente la partita al 56.40.

Davos-Kloten Flyers 5-1 (2-0;3-1;0-0)

Il Kloten dagli alti e bassi non è riuscito a confermare la buona prestazione offerta contro il Lugano ed è stato sonoramente sconfitto a Davos.
Padroni di casa in vantaggio al 2.27 con Guggisberg, al raddoppio al 16.42 con Nash. Poi i limiti degli aviatori sono emersi, e il Davos ne ha approfittato per allungare. Terza rete di Nash al 20.30 e quarta di Marha al 23.48. Guolla ha realizzato la rete degli aviatori al 32.38 ma poi ancora Nash ha chiuso la contesa con la sua terza rete personale al 37.04. Il Davos, nel terzo periodo, si è poi limitato a controllare le operazioni e a preparare la sfida di venerdì a Lugano.

Rapperswil/Jona-Friborgo Gottéron 4-3 (3-0;1-2;0-1)

Solita partenza a razzo del Rapperswil al Lido che si è portato sul 3-0 sorprendendo il Friborgo. Di Rizzello (6.04), Weber (6.53) e McTavish (14.40). Poi il Friborgo ha lentamente preso le misure e ha dapprima riaperto la partita con Wirz al 24.53, e dopo aver subito la quarta rete dei padroni di casa realizzata da Tuulola al 28.20, ha rischiato di pareggiare. Al 36.22 Rhodin ha dimezzato lo scarto, poi al 56.51 Wirz ha riportato sotto il Friborgo ad una sola lunghezza. Poi, nonostante la pressione del Friborgo, il Rapperswil è riuscito a mantenere il minimo vantaggio fino alla fine.

Zugo-Zurigo Lions 3-6 (1-0;1-4;1-2)

Zugo in vantaggio nel primo tempo con Fazio al 3.39. Poi la partita passa in mano allo Zurigo che nel secondo tempo opera l’allungo decisivo. Pareggio di Robitaille al 27.31, rete del vantaggio con Alston al 29.07. Poi sul ghiaccio c’è una sola squadra, lo Zurigo appunto che va fin sul 4-1 con Virta al 32.52 e Zeiter al 35.01. Lo Zugo cerca di reagire e accorcia le distanze al 35.59 con Fisher. Nel terzo tempo sfuriata dei padroni di casa e rete del 3-4 di Duca al 45.20. Lo Zurigo però non molla e riallunga grazie alle reti di Petrovicky (51.53) e Virta al 58.52 che fissano il punteggio finale.

Tags: