Asiago-Val Pusteria: la cronaca

di Davide Trevisan

ASIAGO-VAL PUSTERIA 6-2(2-0;2-1;2-1)

Buona prova dell’Asiago che continua a migliorare e, sconfiggendo il Val Pusteria per 6 a 2, consolida la terza posizione in coabitazione con il Fassa.
Val Pusteria che scende in pista privo di Nasreddine, Marchiori e Hofer ma con il rientrante Baur tra i pali; giallorossi con Topatigh, Streit e Busa che vanno ad aggiungersi alla lista degli infortunati che comprende da tempo Omicioli e Rigoni.
Partita che si accende subito con due occasioni per parte: ma gli avanti delle due squadre non trovano il colpo risolutore. Al 6° Val Pusteria in powerplay, ma l’occasione più ghiotta è per l’Asiago con Fata che, ottimamente servito da Cooper, non riesce a battere Baur che salva sulla linea. Al 9° l’Asiago ha l’opportunità di giocare in cinque contro quattro e la sfrutta a dovere: Armani tira dalla blu, ma sulla traiettoria irrompe Gianluca Tommasello che in tuffo spiazza Baur(1-0). I giallorossi controllano senza patemi la reazione dei “lupi” e nel finale riescono a raddoppiare a coronamento di una splendida azione Fata-Gauthier-Parco con quest ultimo che fredda Baur con un gran diagonale(2-0).

La seconda frazione vede subito protagonista Fata che s’invola sulla sinistra, ma si vede respingere la sua conclusione da Baur; poco dopo parata di Lobbia su conclusione dalla distanza di Rehmann. Al 23° l’Asiago fa tris: Cirone va via sulla destra, forte conclusione, Baur non trattiene e Tommasello in qualche modo infila lemme-lemme il disco alle spalle dell’estremo pusterese. Partita già chiusa quindi ma i giallorossi continuano a macinare gioco e al 32° arriva il poker firmato Giulio Scandella che infila di precisione tra i gambali del goalie alto-atesino. Poco dopo Fata ha l’occasione per bollare il quinto gol, ma Baur è attento e non si fa sorprendere; al 36° terza linea pericolosa: Narcisi serve Mantese ma il suo slap è preda sicura del goalie ospite. Nel finire del tempo forte conclusione di Rebolj dalla blu, Lobbia respinge corto e per Thornton è fin troppo facile siglare il 4-1.
Terzo tempo che vede Mantese schierato in seconda linea al posto di Cirone (infortunato) ed è proprio la giovane promessa asiaghese a servire a Tommasello il comodo assist del 5 a 1 che permette all’ex-Vipers di siglare la sua personale tripletta. Al 52° applausi e scena aperta per John Parco che sta attraversando un periodo di forma strepitoso: servito da Gauthier si presenta solo davanti a Baur e lo trafigge dopo un paio di finte spettacolari. Nel finale secondo gol dei pusteresi firmato Rebolj che dalla blu spara una bordata che non da scampo a Lobbia.