Torino – Ritten Sport: la cronaca

di Franz:

Torino – Ritten Sport 5-2 (2-1; 1-1; 2-0)

Nella prima partita casalinga del secondo girone, meritata vittoria dei Torino Bulls contro un agguerrito Ritten Sport: Dopo la secca sconfitta a Varese, per Torino era fondamentale vicnere per non farsi troppo staccare dall’otavo posto, ultima piazza disponibile per la salvezza certa (e i playoff).
Dopo le canoniche fasi di studio, è il Ritten al 6’15" a passare in vantaggio in situazione di powerplay (fuori Fournier per carica scorretta): Comploi dalla destra serve un disco perfetto per Aquino dall’altra parte della pista, e l’italo-canadese fa partire un tiro rasoghiaccio non particolarmente potente ma preciso che trafigge Martin sul palo di destra. Torino reagisce ed ha un’occasione al 10’ con un tiro di Prochazka dalla blu ma Kelleher,
schierato in porta al posto di Maund, si supera e blocca con la pinza sotto l’incrocio. Tra il 16’ ed il 17’ uno-due dei padroni casa: al 16’, Lipponen vince di forza un ingaggio in zona di attacco alla destra di Kelleher, porta avanti il disco e buca la porta altoatesina con un tiro sul secondo palo sorprendo il portiere; un minuto dopo Gavreau ruba il disco in zona offensiva a Prochazka, si presenta solo davanti a Martin che si supera parando, sul contropiende, Karhula prende il disco a metà pista e si invola verso la gabbia di Kelleher superandolo con un bel tiro a scavalcare il portiere in uscita nonostante un disperato tentativo di un difensore del Ritten di fermarlo. Sul finire del tempo Gavreau (decisamente il più pericoloso dei suoi) impegna severamente Martin con un wrist dalla sinistra che il portiere svedese blocca.

Si va al secondo periodo e dopo tre minuti accade l’imponderabile: un innocuo dump a campanile dalla blu di Mattila finisce sulla spalla destra di Comploi e scavalca un incolpevole ed esterrefatto Kelleher. Comploi si rifà un minuto dopo in powerplay (fuori Brolin per una inutile carica a disco lontano) infilando un non impeccabile Martin fra i gambali dalla blu. Il Ritten ci crede ed in un successivo powerplay mette a dura prova la difesa torinese ma Martin fa buona guardia. Il furore agonistico del Ritten si attenua ed il
Torino si rifà vivo in attacco prima con un pericoloso tiro di Bortot dalla destra, poi con un’azione personale di Fournier ma in entrambi i casi Kelleher è attento. Ultima emozione al 16’ quando ancora Fournier impegna severmante l’estremo difensore del Ritten.
Nel terzo ed ultimo tempo il Renon parte a spron battuto alla ricerca del pareggio e ci va vicinissimo in due occasioni: nella prima Sodestrom riesce a ribattere un tiro di Graveau con Martin superato, poi c’è l’occasionissima di Gruber che salta i difensori e Martin ma tira clamorosamente fuori da non più di 2 metri. Si arriva senza grossi sussulti, a parte un miracolo di Kelleher su Lipponen all’ultimo minuto: al 19’01" in occasione di un ingaggio in zona offensiva, il coach del Ritten McKay chiama in panca il portiere per il sesto uomo di movimento ma come spesso accade in questi casi il gol lo segna la squadra con l’uomo in meno: Fournier lancia perfettamente Brolin che sfugge a Comploi e deposita il disco in porta. Sull’azione seguente, Kelleher si risiede in panca ma appena esce Karhula ruba il disco sulla blu del Ritten e segna comodamente il gol della sua doppietta.