Asiago-Bolzano: la cronaca

di Davide Trevisan

Asiago-Bolzano 3-1(0-0;2-0;1-1)

Finalmente è arrivata la tanto attesa vittoria casalinga per l’Asiago che s’impone su uno spento Bolzano per 3 a 1!La partita tuttavia è rimasta in equilibrio fino alla fine per demerito degli attaccanti di casa che non hanno saputo capitalizzare al meglio le numerose occasioni.
Un esordio e un gradito ritorno da segnalare nelle file asiaghesi: è tornato a “volare” Lucio falco Topatigh che in un occasione è andato pure vicino al bersaglio grosso; esordio assoluto invece in massima serie per il diciannovenne Federico Benetti!
Primo tempo che è disputato dalle due squadre a ritmi abbastanza blandi quasi da amichevole. La prima occasione è per l’Asiago (schierato a quattro linee, ma Parco, servito ottimamente da Fata, spedisce fuori da due passi; al 7° il Bolzano usufruisce di 2 minuti di superiorità ma l’unica occasione è per Fata che ruba il disco e scarica una bordata che si spegne sul corpo di Muzzatti. Il Bolzano si va vedere per la prima volta all’11° con una brillante combinazione Beattie – Tuzzolino ma la conclusione dell’ex Asiago finisce fuori di poco. Nel finale di tempo accenni di rissa tra le due terze linee.

Secondo tempo totalmente di marca giallorossa. Al 24° Benetti se ne va sulla sinistra e tira ma il suo diagonale è preda sicura di Muzzatti; un minuto dopo combinazione Gauthier-Parco ma quest’ ultimo perde l’attimo, successivamente azione da manuale dell’Asiago: Cirone serve Marchetti che spiazza tutti servendo Scandella che a porta spalancata manda incredibilmente fuori. L’Asiago insiste ancora e al 26° passa: Strazzabosco tira dalla blu ma a pochi centimetri da Muzzatti è decisiva la spizzicata di Andrea Rodeghiero(1-0).L’Asiago non si ferma e trova il raddoppio: Parco caparbiamente recupera un disco dietro lo slot e serve prontamente Fata che da due metri mette alle spalle dell’ex portiere del Milano(2-0)!La reazione del Bolzano, visibilmente stordito, non c’è e cosi si esalta Muzzatti che si oppone ai tentativi di Vellar, Cooper,Fata e Topatigh. Al 34° powerplay dell’Asiago ma questa volta è il Bolzano ad andare vicino al goal con Ramoser che non riesce a battere un attento Streit(buona prova la sua).nel finale di tempo Asiago vicino al tris ma Gauthier servito ottimamente da Fata spara incredibilmente addosso a Muzzatti.
Terzo tempo che vede un Bolzano più incisivo favorito dall’atteggiamento meno arrembante dell’Asiago. Al 45° Narcisi spara fuori su ottimo assist di Mantese, il Bolzano si fa vedere con il veterano Beattie ma il suo tiro lambisce il palo. Altra occasione per gli uomini di casa poco dopo con Cirone che non riesce a trafiggere Muzzatti dopo averlo fatto sedere. Al 51° l’Asiago è costretto a giocare in doppia inferiorità numerica per circa un minuto e il Bolzano non si fa scappare l’occasione: dopo le ottime parate di Streit su Tuzzolino e su Beattie è Dutiaume a battere il goalie svizzero deviando in rete la conclusione di Ramoser(2-1).I leoni giallorossi hanno a disposizione al 53° un powerplay per ristabilire le distanze ma i tentativi di Gauthier e Cirone due volte si infrangono su Muzzatti. Al 58° Fuhrer toglie il portiere per tentare l’aggancio, ma l’Asiago supera il difficile momento prima soffrendo, occasione di Kiki Timpone che da due passi spedisce fuori, e poi esultando per il gol a porta vuota di Gauthier che mette fine alla sofferenza e regala la prima meritata vittoria casalinga.