La situazione

di Massimo Pighin

Non è bastato al Kolner Haie l’apporto degli oltre 10 mila supporter presenti attorno al ghiaccio, teatro dell’attesa sfida con l’Eisbaren Berlino, dimostratosi alla fine terribilmente determinato e concreto, che con questa vittoria legittima il ruolo da protagonista con il quale era partito ad inizio stagione. Una partita nata male, quella dei berlinesi, i quali, costretti a giocare in doppia penalty killing per la contemporanea sosta forzata di Walker e Shearer al minuto 8’29, venivano immediatamente puniti dalla rete di Mcllwain, assistito da Hicks e Julien, al 9’18. Poco male, gli “Orsi” di Berlino incominciavano a macinare gioco, pervenendo al pareggio al 15’04. La rete che decide il match arriva al 36’05, la firma è quella di Ustorf, con l’assistenza di Walser ed Heins.

Pronto come un rapace ad aspettare solo la sconfitta degli ex capoclassifica solitari, c’era l’Erc Ingolstad, incappato in qualche difficoltà piu’ del previsto nel match casalingo contro l’Iserlohn Roosters. Gli ospiti si portavano in vantaggio al 15’33 con Higgins, ben servito da Mitchell e Knold. A inizio seconda frazione, minuto 25’52, pareggio dei locali con Schroder su assist di Melischko e Polaczek; la speranza, una volta pervenuti al pareggio, di condurre la partita su dei binari piu’ favorevoli, dura meno di 1’ per l’Erc, il tempo necessario a York di tramutare in gol l’assist di Higgins, minuto 26’37. In avvio dell’ultimo tempo, pareggio locale con Loth, ben assistito da Mondt e Mc Donald, lo stesso Mc Donald regalava ai suoi i 3 punti che valgono il 1° posto in classifica a 11’’ dall’ultima sirena, su assit di Oswald e Ficenec.

Chi di problemi non ne ha avuti poi molti, sono state le Ice Tigers di Nurberg, corsare sul ghiaccio dei Kassel Huskies; in vantaggio per 2 – 0 dopo poco piu’ un quarto d’ora, grazie alla reti di Fical (assist di Vasiljevs e Sekeras ) e Leeb ( Trepanier – Tallire ), la terza rete per le tigri del ghiaccio arrivava al 23’00, con Menauer (Tapper – Trepanier). Poi reazione dei padroni di casa, in rete al 25’42 con Furey ( Bousquetz – Retzer ), 4° gol ospite al 35’47, firmato Stastny ( Sekeras ). Nel 3° periodo, reti di Furey ( Drury – Abstreiter ) al 59’04 e, a 5’ dalla sirena, centro di Vasiljevas ( Trepanier ).

Brutta battuta d’arresto esterna per l’Adler Mannheim, sconfitti di misura dal DEG Metro Stars. Partita equilibratissima, con i Metro Stars 2 volte in vantaggio, minuto 10’35, Sulzer ( Schneider – Dandenault ) e minuto 48’14, Tory ( Pellegrims – Schneider ), e 2 volte raggiunti, minuto 33’51, Groleau ( Healey – Corbet ) e minuto 49’53, Kelly ( Corbet – Groleau ). La rete della vittoria nell’overtime, al 60’13, su calcio di rigore: della battuta s’incarica Vikingstad, che non sbaglia.

Un altro match molto atteso alla vigilia, era Frankfurt Lions – Krefeld Pinguine. L’hanno spuntata gli ospiti, a 4’08 dall’ultima sirena, grazie al centro di Slivchenko, su assist di Selivanov e Herperger. In precedenza vantaggio dei Lions al 9’ 32 con Norris ( Ratchuk – Lebeau ) e, 2 minuti e mezzo prima del gol decisivo, pareggio di Guillet, con l’assistenza di Gosdeck e Ziesche.

Vince con qualche patema d’anima anche l’Amburgo Freezers, impegnato nella trasferta sul ghiaccio del Grizzly Adams Wolfsburg. . Tutto come previsto invece per gli Augsburger Panther, che non hanno riscontrato particolari difficoltà nel superare gli Hannover Skorpions, come testimoniato dall’eloquente 3 – o finale.

Tags: ,