Riepilogo della quattordicesima giornata

L’Egna torna vittorioso anche dal lontano ghiaccio di Pontebba: 8-4 il risultato finale per gli uomini di Ludek Bukac che a metà gara conducevano addirittura per 7-0 (doppiette per Chelodi e Blaha e reti di Manuel Bertignoll, Eisenstecken e Zanotti) sfruttando la giornataccia di Canei e, nel secondo tempo, di Thomasser. Seguiva una reazione d’orgoglio dei friulani che con Bortolussi, Zbontar ed una doppietta di Vito Larese rendevano il punteggio più accettabile, prima che Delazer nel finale di gara segnasse l’ottavo gol.
Tiene il passo anche il Merano che s’impone sul ghiaccio di Caldaro per 3-2 (hattrick per Massimo Ansoldi) e resta a soli due punti con una partita in meno. L’incontro si è deciso a 98 secondi dalla fine quando i padroni di casa si sono fatti sorprendere con un uomo di movimento in più del consentito sul ghiaccio e l’arbitro Matteo Rigoni ha dovuto assegnare il tiro di rigore poi trasformato da Ansoldi. In precedenza il Caldaro aveva rimontato due volte con il ceco Nevrkla ed il finlandese Holopainen le reti del numero 16 del Merano, che con la tripletta realizzata raggiunge quota 9 gol e 4 assist in 6 partite disputate.

Il Settequerce vince a sorpresa sul ghiaccio di Appiano, supera i Pirats in classifica ed aggancia il Caldaro. I giocatori di Micheal Mair hanno centrato un inizio fulminante andando in gol con Comencini (1’05’’ e 1’27’’) e Hubacek (3’25’’). Nel secondo tempo concluso senza reti l’Appiano ha perso per infortunio Matt Gorman e si è trovato a dover giocare senza stranieri (era indisponibile anche Evan Marble). Nonostante ciò, nella frazione conclusiva Peter Hölz riesce ad accorciare le distanze al 48’ battendo l’ottimo Commisso, ma nel finale l’empty net goal del promettente Mascarin (58’31’’) ha consegnato il successo agli ospiti.
Il Gherdeina batte per 4-1 il Bressanone e supera in classifica Valpellice e Pontebba portandosi al sesto posto (non ci sono ancora pervenuti i marcatori dell’incontro). I brissinesi sconfitti sono costretti ad occupare l’ultima posizione in graduatoria subendo il sorpasso dei Broncos.
Il Vipiteno ha infatti vinto largamente contro il Valpellice per 5-0, ma la partita non è stata così semplice come potrebbe apparire dal punteggio. Nei primi due tempi il goalie piemontese Michel Favrè ha neutralizzato molte occasioni dei padroni di casa, piegandosi solo al giovane Thomas Pichler in chiusura di prima frazione. Nel tempo conclusivo gli ospiti sono crollati ed hanno subito le marcature di Stricker (doppietta), Gschließer e dello svedese Moren. Marko Leinonen ha potuto centrare il suo secondo shutout consecutivo: eccezionale il rendimento del goalie finlandese che dal suo arrivo a Vipiteno ha subito solo 3 reti in 200 minuti disputati. Senza dubbio è lui il principale artefice del momento positivo dei Broncos.