EWHL – L’Agordo non stecca

di Marco Depaoli

L’Agordo non si distrae e contro il Budapest incamera altri due punti che la riportano al secondo posto. Un successo maturanto nelle prime battute negli ultimi due periodi (Zandegiacomo e Purin nei primi 66 secondi del secondo tempo e ancora Zandegiacomo con Dalpra nei primi 4 minuti del terzo) che hanno infranto il muro creatosi di fronte alla gabbia della magiara Kökenyesi, contro la quale sono arrivati qualcosa come 71 tiri! In porta, assente la titolare "Lao", Martina Grones che ha rovinato lo shutout a meno di 4 minuti dalla fine.

Battaglia vera a Maribor dove le Sabres Vienna, reduci dalle due sconfitte contro Salisburgo e Bolzano, hanno trovato il riscattato ottenendo i due punti e il rovesciamento alla testa della classifica. Sfida nella sfida tra le migliori bomber del torneo, Esther Kantor e Denise Altmann da una parte, Jasmina Rosar e Michaela Durcanska dall’altra, che occupano stabilmente i primi quattro posti della classifica marcatrici.

Allo svantaggio iniziale inflitto dalla Rosar (autrice di tutte e quattro le reti) rimedia la rete della Kantor nemmeno un minuto dopo prima che la doppietta di Altmann (sempre assistita da Kantor) porti le Sabres su un pesante 3-1 al quarto d’ora. Da qui in avanti si assiste al fraseggio tra Rosar e Kantor: una accorcia, l’altra allunga. Anche all’ultima imbattuta, Maribor, tocca deglutire l’amaro sapore della sconfitta e questo insuccesso (il primo dopo un lunghissimo periodo) mette benzina al testa a testa in cima alla classifica. "Chi vince questa partita, – aveva affermato Jasmina Rosar alla vigilia – probabilmente vincerà il torneo". Si aspetta ora con trepidazione la sfida di ritorno a Vienna.
Nei bassifondi Salisburgo e Budapest battono Flyers e Dragons lasciandole sole a contendersi l’ultima posizione.
Il torneo prenderà una settimana di pausa per lo svolgimento del Torneo di Asiago, dopo di che si tornerà a giocare il 19 con il Bolzano in trasferta in Carinzia contro il Klagenfurt ultimo a 0 punti e il giorno dopo, al Palaonda alle 17, contro un buon Salisburgo. Turno facile anche per l’Agordo (ad Alleghe contro le Flyers Vienna), le Sabres (a Budapest) e il Maribor (il 21 a Klagenfurt). Una sfida a distanza: guai a chi si distrae.

6 novembre
EHC Vienna Flyers – The Ravens Salzburg 2-3 (0-0,2-2,0-1)
HK Terme Maribor – EHV Sabres Vienna 4-5 (1-3,2-1,1-1)
Agordo Hockey UTE Marilyn Budapest V. 4-1 (0-0,2-0,2-1)

07 novembre
DEC Dragons Klagenfurt – UTE Marilyn Budapest V. 0-2 (0-1,0-0,0-1)

Classifica:
1 Sabres 17 punti (10 partite)
2 Agordo 16 (11)
3 Maribor 14 (8)
4 Eagles 12 (8)
5 Salzburg 8 (9)
6 Budapest 4 (9)
7 Flyers 2 (8)
8 Dragons 0 (9)

Marcatrici:
1 Esther Kantor (Sabres) 23 reti
2 Jasmina Rosar (Maribor) 18
3 Denise Altmann (Sabres) 17
4 Michaela Durcanska (Maribor) 16
5 Maria Leitner (Bolzano) 15
6 Federica Zandegiacomo (Agordo) 10
7 Barbara Da Rold (Agordo) 10
8 Sabrina Viel (Agordo) 10
9 Spela Horvat (Maribor) 9
10 Vera Pancakova (Salisburgo) 7

Marcatrici+Assist:
1 Jasmina Rosar (Maribor) 37 punti (18 reti + 19 assist), 8 partite
2 Denise Altmann (Sabres) 35 (17+18), 9
3 Esther Kantor (Sabres) 34 (23+11), 10
4 Michaela Durcanska (Maribor) 30 (16+14), 8
5 Maria Leitner (Bolzano) 25 (15+10), 8
6 Federica Zandegiacomo (Agordo) 19 (10+9), 9
7 Barbara Da Rold (Agordo) 19 (10+9), 11
8 Sabrina Viel (Agordo) 19 (10+9), 11
9 Marina Strer (Sabres) 16 (6+10), 10
10 Vera Pancakova (Salisburgo) 15 (7+8), 9