Bolzano – Varese: la cronaca

di Mary Alberghina

E’ andata in scena al Palaonda di Bolzano la dodicesima giornata del massimo campionato italiano di hockey su ghiaccio che ha visto i padroni di casa ospitare i Mastini di Varese.
Il coach biancorosso ha nuovamente schierato come linea iniziale dell’incontro l’ormai affermata linea giovane composta da Chelodi, Dorigatti, Walcher che si rende subito pericolosa con un tiro di rovescio di Dorigatti che colpisce, però, il portiere.
È Timpone però, questa sera davvero in ottima forma e uno dei migliori giocatori dell’incontro, a sbloccare il risultato al 2’27
Non trascorre nemmeno un minuto per vedere Chelodi entrare in area varesina e servire benissimo Tuzzolino che infila raso terra alla destra di Dalla Bella il momentaneo 2:0.
Il Varese tenta di accorciare le distanze con Sisca che in area impegna Muzzatti con una bella conclusione di polso.

Tocca nuovamente al Bolzano rendersi pericoloso con Beattie che cerca la conclusione con uno slap che però colpisce il palo.
È il Varese che si rende di nuovo pericoloso prima con Murphy e poi con un tiro di rovescio di Lahteela che finisce sopra la traversa.
Al 16’22 il Varese riesce a sfruttare bene la superiorità numerica (Avancini in panca puniti per gancio con bastone) con Trevisani che serve perfettamente sulla stecca Salonen che devia sotto la traversa accorciando le distanze.
Il secondo tempo inizia con un Varese esplosivo che dopo soli 40 secondi raggiunge il pareggio; Salonen serve Sisca che al volo infila all’incrocio dei pali alle spalle di Muzzatti.
Dopo una conclusione sulla maschera di Dalla Bella ad opera di Tuzzolino ci pensa Timpone a sfruttare al meglio un passaggio arretrato di Lundmark al 7’11.
Dopo due minuti Ramoser R. di rovescio serve Beattie che al volo porta nuovamente in doppio vantaggio la compagine di casa.
Al 14’16 Timpone da dietro porta serve Lundamark che gonfia nuovamente la rete varesina.
Il terzo tempo ha visto entrambe le formazioni stanche con il Bolzano che controlla il gioco e che argina i pochi attacchi avversari che non risultano, comunque, particolarmente pericolosi come nei tempi precedenti.
Unico gol della frazione è segnato dal Varese in superiorità numerica; Dutiaume tenta di buttare il disco fuori dal proprio terzo, ma Murphy recupera e lo serve a Salonen che tenta la conclusione. Muzzatti completamente fuori dalla porta para non trattenendo e Chambers segna praticamente a porta vuota.
Il Varese al 18:47 chiama il Time Out giocando gli ultimi minuti col sesto uomo di movimento ma si registrano solo tre ghiotte occasioni per il Bolzano che, prima con Ramoser, poi con Tuzzolino ed infine con Dorigatti, non riescono a segnare.