Bolzano – Alleghe: la cronaca

di Mary Alberghina

BOLZANO – Si è conclusa con una vittoria per il Bolzano la seconda partita del girone di ritorno contro l’Alleghe.
Dopo la vittoria dell’andata a favore dei bellunesi che si imposero sugli altoatesini per 3:1, la formazione ospite che è scesa sul ghiaccio del Palaonda ha deluso le aspettative di una partita sofferta e tirata. Da segnalare nell’Alleghe l’assenza di Nicola Fontanive per squalifica alla quale si è aggiunta, dopo pochi minuti dall’inizio del match, quella Fabrizio Fontanive infortunatosi ad un ginocchio e, quindi, impossibilitato a tornare sul ghiaccio. A prescindere dai buchi in difesa lasciati dalle civette da sottolineare i 23 tiri effettuati dalla compagine ospite contro i 51 dei padroni di casa.
Bolzano che parte insolitamente con la terza linea formata da Dorigatti (in ottima forma ed anche ieri trascinatore della sua linea), Chelodi e Walcher che già dopo 31 secondi dal fischio d’inizio si rendono pericolosi davanti alla gabbia di Riksman.

È nuovamente la terza linea che si rende pericolosa al quinto minuto con Dorigatti che però di rovescio manca lo specchio della gabbia.
Tocca ora agli ospiti far tremare la compagine biancorossa con De Toni M. che lasciato solo riceve un passaggio sulla blu del terzo bolzanino ed tira di slap su Muzzatti che para con facilità.
Neanche in superiorità numerica l’Alleghe riesce a concretizzare e le uniche due volte che si rende pericoloso è con Veggiato e De Biasio che tentano la conclusione con slap dalla linea blu, senza peró risultati apprezzabili.
È nuovamente il Bolzano che si rende pericoloso con Ramoser R. che servito da Dutiame sbaglia in azione solitaria mandando il disco sulla traversa, ma nulla è perduto e Tuzzolino pronto davanti alla gabbia recupera il rimbalzo e insacca a porta praticamente vuota al 10’07 della prima frazione di gioco.
Una quarantina di secondi più tardi è Chelodi che in mischia colpisce il palo.
Nella frazione centrale l’Alleghe si spegne definitivamente e subisce nettamente il gioco biancorosso; a 55’’ dall’inizio del tempo i giocatori agordini non riescono a sfruttare un rimbalzo lasciato libero da Muzzatti che sdraiato a terra riesce ancora a salvare la gabbia biancorossa.
All’ 1’07 è Egger che, su assist di Dorigatti e Beattie mette un disco d’oro sotto la traversa della gabbia di Riskman che nulla può fare contro il “jolly” biancorosso.
L’Alleghe tenta di accorciare le distanze con Lusitano, dell’Olivo, De Toni M. e Veggiato che cercano la conclusione dalla distanza, ma il golie altoatesino difende la propria gabbia tenendola inviolata.
È il Bolzano che torna all’attacco prima con Dorigatti che devia a lato un ottimo passaggio davanti alla porta e poi con Beattie che tira sulla spalla dell’estremo alleghese che para anche il rimbalzo recuperato dallo stesso Beattie.
È lo stesso Beattie che offre all’Alleghe la possibilità di accorciare le distanze rimediando una penalità per sgambetto che questa volta gli ospiti non si fanno scappare; infatti al 6’50 De Toni L. devia lo slap dalla blu di Lorenzi che finisce alle spalle dell’estremo biancorosso.
Un gol che sembra riaprire le sorti della partita, ma il Bolzano non perde la calma e continua a pressare la compagine avversaria rendendosi nuovamente pericoloso con Zisser, Dorigatti, Chelodi, ancora Zisser, Ramoser, Beattie, Tuzzolino e Timpone che trovano sempre pronto l’estremo ospite e il palo che salva la gabbia dell’Alleghe in più di un’occasione.
Nella frazione conclusiva è l’Alleghe che parte subito in attacco cercando la conclusione da lontano prima con Levis e poi con Riehl, ma Muzzatti difende la propria gabbia senza grossi problemi.
È Walcher, al 3’44, che segna lo stacco definitivo tra le formazioni; servito da Tuzzolino e Lundmark il giovane altoatesino sigla il momentaneo 3:1.
Passano solo due minuti e Lundmark sfrutta un disco lasciato libero davanti alla porta avversaria e sigla il 4:1 biancorosso.
Per un paio di minuti a metà della frazione finale è l’Alleghe che pressa la porta di Muzzatti cercando la conclusione dalla distanza, successivamente con una mischia davanti porta ed un disco pericoloso che vaga davanti alla gabbia biancorossa; poco dopo con Holland che da fuori area tira uno slap fortissimo sui gambali di Muzzatti e a sei minuti dal termine e De Toni L. che tenta l’ennesima conclusione a rete ma senza successo.
Ci pensa però il Bolzano a siglare il definitivo 5:1 al 14’30 con Timpone che a porta vuota, poiché Riksman era appena stato impegnato sul palo sinistro da Zisser, segna l’ultimo gol dell’incontro.
L’ultima azione pericolosa della partita è ad opera dell’Alleghe che tenta di accorciare le distanze con De Toni L. che viene lanciato in contropiede, ma raggiunto da Ramoser F. non riesce a controllare bene il disco e tira addosso all’estremo bolzanino.