Torino – Bolzano: la cronaca.

di Mary Alberghina

Torino – Bolzano 1-6 (0-1; 0-3; 1-2)
E’ terminata con una netta vittoria la trasferta piemontese per l’Hockey club Bolzano.
Tra le fila del Bolzano mancava solamente l’infortunato Leo Insam, ancora a riposo dopo la trasferta milanese di due settimane fa.
I biancorossi partono subito in attacco portandosi in vantaggio all’ 8’31 con Mark Dutiame che servito da Beattie segna la prima rete al Torino.
Il primo tempo si conclude con un solo gol segnato, e con un Torino che subisce nettamente il gioco biancorosso ed a cui vengono concessi solo un paio di contropiedi che i piemontesi non sfruttano.
Nel secondo tempo è ancora il Bolzano ad imporsi sul Torino; lo dimostra Egger al 5’25 che dalla Blu infila in mezzo alle gambe dell’estremo torinese il 2-0 e dopo un paio di minuti è lo stesso terzino biancorosso a far prendere il largo alle volpi altoatesine con un bel gol all’incrocio dei pali.

Al 33’49 è di nuovo il Bozano a mostrare la sua superiorità con Tuzzolino che riceve un passaggio prima della Blu e da solo davanti al portiere lo fa sedere e gonfia per la quarta volta la rete piemontese.
Anche nel secondo tempo nulla di fatto per il Torino che, come nel primo drittel, non ha che un paio di occasioni pericolose che potrebbero permettergli di accorciare le distanze.
All’avvio del tempo conclusivo, dopo soli 41’’ è Lundmark ad incrementare il bottino della compagine ospite segnando il 5 gol biancorosso; per il giocatore d’oltreoceano si tratta dell’ottavo gol con la casacca biancorossa (+ 7 assist).
Due minuti più tardi è l’altra stella biancorossa Antony Tuzzolino a siglare la rete conclusiva per gli altoatesini portando così definitivamente a sei le reti bolzanine.
La trentina di tifosi che hanno seguito la squadra in trasferta pregustavano già uno shot out da parte di Muzzatti, rientrato dopo la squalifica di due giornate, ma al 10’44 Karhula segna il gol della bandiera per i piemontesi che nulla hanno potuto contro un Bolzano che si è imposto fin dal’inizio e che, visto l’andamento della partita, ha schierato per qualche cambio del tempo conclusivo anche il giovane Mantovani.