Alleghe Asiago: la cronaca

di Enrica Fontana

FELTRE – Derby veneto in scena a Feltre; in campo l’Alleghe con la squadra al completo e il nuovo innesto proveniente dall’NHL Holland, e l’Asiago con le importanti assenze di Fata per squlifica e Cirone. Alleghe che ha un disperato bisogno di fare punti e fa ben sperare dopo il bel gioco fatto vedere negli ultimi due incontri.
La partita comincia subito in attacco per l’Alleghe che cerca di sfruttare un power play ma nemmeno le fucilate di Holland riescono a superare Russo; dall’altra parte Riksman risponde bene con uno splendido intervento su Parco lasciato solo. Verso la metà del tempo Da Tos ha un’occasione d’oro ma non riesce a concludere a rete. Finalmente al 14’04″ De Biasio riesce a portare in vantaggio le civette con uno splendido gol.
Nel secondo tempo l’Asiago viene subito favorito da una superiorità numerica (fallo di Nicola Fontanive) e a pochi secondi dallo scadere di quest’ultima riesce ad agguantare il pareggio con Scandella che è abile a trovare un varco dopo diverse respinte del portiere. Splendido al 6’35″ il contropiede di Veggiato che con un guizzo riesce a sorprendere l’estremo avversario per il nuovo vantaggio biancorosso. Diverse le belle azioni fatte vedere dalla seconda linea alleghese, in particolare con Fabrizio Fontanive e Riehl che in più occasioni sfiorano il gol. Finale al cardiopalmo con Riksman che fa buona guardia su un’Asiago in attacco in power play.

Terza e ultima frazione che comincia con la rete sfiorata da Holland che dimostra la sua classe con un numero da manuale. Al 10’32″ ci pensa Fabrizio Fontanive ad aumentare il vantaggio dopo una serie di batti e ribatti sfruttando una superiorità numerica. Il quarto sigillo lo mette a segno ancora De Biasio (doppietta personale), autore di una grande prestazione questa sera, al 14’08″. A nulla vale il gol di Omicioli al 16’46″ a partita praticamente già chiusa.
Grande prova dei padroni di casa che hanno dominato l’incontro; su tutti in evidenza De Biasio, il solito Riksman e positivo esordio per Holland. Da evidenziare però, a parziale scusante dei giallorossi, la fondamentale assenza di due pedine come Fata e Cirone.