Milano – Fassa: la cronaca.

di Francesco

MILANO – Grande hockey all’Agorà per l’incontro tra le due capoliste, Milano e Fassa per il recupero della sesta giornata del massimo campionato. I Vipers arrivano dalla vittoria esterna ai danni dell’Alleghe, mentre i bianco-azzurri soro reduci dal pareggio casalingo contro il Varese.
Dopo una prima fase di studio gli ospiti approfittano di una superiorità numerica andando in vantaggio con Rochefort su assist di MacNevin e Rymsha al 6.14. La risposta del Milano non si fa attendere, passano 23 secondi ed il polacco Laszkiewicz riporta in parità l’incontro su assist di Chitarroni e Rickmo. Qualche minuto più tardi il pubblico milanese scatta ancora in piedi per un tiro di Molteni che si stampa sul palo interno alla sinistra di Carpano, nonostante in questa fase sono i Vipers a condurre il gioco mantenendo di più il disco è il Fassa ad andare vicino al gol in due occasioni, prima con Björklund lesto a raccogliere un disco nell’area milanese poi su un errore in
attaco da parte dei rosso-blu dà il via al contropiede avversario ma in entrambe le occasioni Eriksson si fa trovare pronto. Il primo periodo si conclude con una bella azione di Rickmo che dopo aver superato due avversari tira ma Carpano blocca.
Nel secondo periodo parte bene il Fassa creando una buona occasione da gol con Ciresa che riceve da Björklund, tiro potente ma Eriksson para. Ancora una volta è il Milano a prendere le redini del gioco, insistendo nel terzo avversario con varie occasione da gol, al 5.40 è Rickmo ad
impensierire Carpano in un uno contro uno con respinta da parte del portiere, a distanza di qualche secondo è Adams a lambire il palo alla destra del portiere bianco-azzurro con un tiro insidioso, poi ancora è il duo Molteni-Felicetti dopo uno scambio veloce ad andare vicino al gol ma Carpano
è pronto a bloccare. Al 6.37 è il trio Sundstrom-Tkaczuk-Adams a dare spettacolo mantenedo il disco nel terzo avversario per molti secondi per poi concludere l’azione con un tiro da parte dello svedese e parata di Carpano.
Al 9.07 Galeazzi viene mandato in panca puniti per fallo d’ostruzione, dopo un tiro di Kallarsson deviato da Chitarroni e finito fuori arriva il gol per il Milano a 3 secondi dallo scadere della superiorità numerica, grazie ad un tiro di Savard dala blu con Carpano coperto, assist di Tkaczuk e Adams. Passano meno di due minuti quando il Fassa trova il pareggio, attenti nel ricuperare il disco, Rymsha si fa trovare pronto sotto la gabbia e segna indisturbato piazzandola alla sinistra di Eriksson su assist di Rochefort e Luca Felicetti. La partita fino alla fine del secondo periodo si fa sempre più veloce ed equilibrata con continui ribaltamenti di campo, ma il risultato non cambia.
Nel terzo periodo il ritmo cala, la prima azione rilevante è al 5.20 con girata di Helfer in prossimità della gabbia bianca-azzurra che finisce fuori, al 6.02 è il Fassa a sfiorare il gol con Soracreppa con due tiri da sotto la gabbia ma Eriksson si oppone bene come due minuti più tardi su un tiro di Signoretti dalla blu. Il Milano si fa sotto con Adams discesa sulla destra, salta un avversario si accentra tira ma Carpano blocca, un minuto dopo ci prova Chitarroni con un tiro insidioso ma è ancora il portiere del Fassa ad opporsi. La partita si anima grazie ad una scazzottata tra Rickmo e Soracreppa penalità partita per entrambi. Negli ultimi 5 minuti ancora un’occasione per parte, per il Milano tiro di Riku Lehtonen con Carpano coperto che para, per il Fassa è Faggioni a trovarsi da solo davanti alla gabbia milanese ma Eriksson sventa il pericolo. Partita combattuta e divertente, giusto pareggio.

Tags: