Svizzera: risultati e commenti alla 12. LNA e 10. LNB

Risultati LNA

Ambri Piotta-Losanna 3-2 dts (1-0;0-1;1-1;1-0)
Davos-Zugo 8-1 (4-1;4-0;0-0)
Friborgo-Zurigo Lions 4-3 (2-0;1-0;1-3)
Rapperswil-Berna 6-2 (1-0;1-1;4-1)
Langnau Tigers-Lugano 2-2 dts (1-0;0-2;1-0;0-0)

Il coach del Lugano Huras ha rinviato forse a domani la sfida tra i due portieri svizzeri militanti nella NHL. Nelle due squadre hanno fatto il loro esordio i nuovi arrivati dalla massima lega professionistica nordamericana Tanguay nel Lugano e Connolly nel Langnau, due giocatori che hanno destato un’ottima impressione. L’incontro entra subito nel vivo e dopo un minuto e mezzo il Lugano si ritrova a giocare in inferiorità numerica, in questa circostanza i padroni di casa si rendono pericolosi un paio di volte con Sutter che scaglia verso la porta difesa da Rueger un paio di bordate delle sue ben controllate comunque dal portiere bianconero. Attorno al sesto minuto, con il Lugano in superiorità numerica comincia lo show di Alex Tanguay che con una serpentina semina la difesa avversaria ma trova Gerber pronto alla parata. Passa solo un minuto e il neo acquisto del Lugano ci riprova senza fortuna, il Lugano da l’impressione di cresere e comincia a spingere di più soprattutto con la linea di Peltonen, Tanguay e Gardner. All’undicesimo la tendenza si inverte e il Langnau va vicinissimo al punto di apertura con Monnet che in mischia non riesce a trovare il pertugio per battere Rueger, cosa che riesce invece a Lakhmatov al 13.27 con una bellissima conclusione che non da scampo al portiere bianconero. Il Lugano rialza la testa ed un minuto più tardi colpisce un palo con Fair dalla lunga distanza, poi fino alla fine del primo periodo sono i padroni di casa a rendersi pericolosi senza però riuscire a raddoppiare. Il secondo tempo inizia ancora con Tanguay grande protagonista, un gioco di bastone spettacolare riesce a liberare un compagno davanti alla porta ma un difensore riesce a liberare lo slot. Al 1.23 errore di Gerber che si fa trafiggere da un tiro innoquo scagliato da Näser. Tanguay cerca con insistenza la rete e viene fallosamente caricato dai giocatori di casa che non sanno più come fermarlo se non con colpi proibiti. Il Lugano in superiorità numerica non si fa pregare e con Nummelin trova il raddoppio al 6.43; Gardner vince un ingaggio offensivo, il puck arriva a Nummelin che dalla blu batte Gerber, forse coperto. Il Lugano sale in cattedra ma è troppo sterile sul piano offensivo mentre il Langnau con ficcanti azioni di contropiede riesce più volte a stuzzicare Rueger, sempre attento e preciso nei suoi interventi. Nel terzo tempo si assiste ad un calo dei bianconeri che faticano a reggere il ritmo dei padroni di casa. Rueger deve superarsi in qualche occasione per rimediare agli errori di posizione dei compagni. Salvataggio dopo salvataggio, arriva la rete che era nell’aria al 13.21 per merito del capitano dei Tigers Shantz che a coronamento della grande pressione della sua squadra mette il puck dove Rueger non ci può arrivare. La partita sembra destinata all’overtime quando una bellissima azione di Connelly permette al pubblico di casa di giradare alla rete, ma anche stavolta ci pensa Rueger a salvare il risultato a venti secondi dalla fine. Nell’overtime le due squadre praticano un gioco offensivo, cercando la vittoria. L’occasione più grande capita a Savoia che si fa parare il tiro da Rueger. Il risultato non cambierà più e domani rivincita alla Resega.

Sulle altre piste, la la capolista Ambri fatica più del dovuto ad avere ragione del Losanna che si inchina solo al supplementare. Forse la prima rete di Domenichelli aveva illuso i padroni di casa di avere vita facile. La rete decisiva di Domenichelli, autore di una doppietta al 64.07.
A Davos, dopo l’1-1 della sera prima a Zugo, ci si poteva attendere una partita altrettanto equilibrata, invece i grigionesi vanno su 3-0 in 9 minuti e a metà partita conducono per 7-1. Quindi serata completamente da dimenticare per lo Zugo.
Il Friborgo batte per la seconda volta in ventiquatr’ore lo Zurigo ed esce dalla crisi. Rete decisiva a poco più di tre minuti dal termine dopo che i padroni di casa erano riusciti a farsi annullare un vantaggio di 3 gol in poco più di quattro minuti.
Il Berna cade malamente a Rapperswil e a questo punto la posizione dell’allenatore è veramente in discussione. Debutto nel campionato svizzero sfortunato per Heatley che si trova ora a giocare in una squadra in piena crisi di risultati. I campioni svizzeri si trovano ora al penultimo posto in classifica.
Partita costellata dal gioco duro e scorretto che ha portato a moltissime penalità. Rapperswil che ha approfittato del nervosismo del Berna per risolvere la partita in proprio favore negli ultimi dieci minuti realizzando una rete in 5vs3 due in 5vs4 ed una con il penalizzato appena rientrato. Continua quindi la crisi del Berna e il buon momento del Rapperswil che in casa propria lascia solo le briciole agli avversari.

Risultati LNB

Basilea-Sierre 3-6
Langenthal-Bienne 2-5
Olten-Grasshoppers 1-7
Visp-Forward Morges 5-1
La Chaux-de-Fonds-Turgovia 4-2
Coira-Ajoie 6-2

In serie B sono sconfitte le due squadre di testa, sorprendono soprattutto le proporzioni delle sconfitte. Il Basilea viene nettamente battuto in casa dal Sierre, e il Morges che ha raccolto solo un punto nelle ultime tre partite, 5-1 a Visp. Per il resto il Bienne si avvicina alla testa della classifica vincendo facile a Langenthal e il Coira strapazza l’Ajoie.

Tags: