Milano-Varese: intervista ad Armin Helfer.

di Francesco.

Hockeytime:"Un tuo commento sull’incontro di questa sera."
Armin Helfer:"Questa sera finalmente siamo riusciti a finalizzare le molte occasioni da rete avute, nelle altre tre partite abbiamo sempre dominato ma non riuscivamo a segnare.Stiamo migliorando e abbiamo dimostrato che quest’anno siamo ancora noi la squadra da battere"

HT:"Ti proponi spesso in attacco e questa sera hai anche segnato."
AH:"Ho avuto fortuna, mi è arrivato un buon disco e lo
sfruttato al meglio. Quest’anno grazie al fatto che il talento del nostro attacco è più elevato, si perdono meno dischi e nelle difese avversarie si creano dei buchi che cerchiamo di sfruttare così mi propongo in attacco cercando il gol."

HT:"Analizziamo il campionato di quest’anno e questa partenza equilibrata."

AH:"Il livello si è alzato notevolmente, il Cortina
l’anno scorso era la sorpresa, quest’anno si sono confermati
tra le migliori squadre. Poi sia Bolzano e Asiago si sono
rinforzate. Contro il Brunico si pensava alla goleada mentre
abbiamo pareggiato come le altre due partite. Questo equilibrio fa solo bene al campionato italiano, anche l’arrivo di giocatori dal NHL servono per far crescere i giovani, anche a me danno consigli che cerco di mettere in pratica per imparare e così migliorare. Loro hanno un altro tipo di mentalità, sono dei veri professionisti e ci trasmettono anche questo."

HT:"Dal 15 al 17 sarete impegnati nella Continental Cup,
è solo il primo passo ma già ci sono delle insidie,
cosa ne pensi?"
AH:"L’Amiens sono gli organizzatori, gli inglesi hanno
un buon organico, gli sloveni hanno preso dei giocatori
dalla NHL, noi siamo coscienti della nostra forza, se giochiamo come sappiamo allora possiamo andare lontano."

HT:"Visti i molti arrivi di quest’anno, ti senti un veterano
della squadra?"
AH:"In un certo senso si, l’allenatore mi dà più fiducia
per quanto riguarda inferiorità e superiorità numeriche,
anche nello spogliatoio cerco di dare grinta al gruppo
e loro mi seguono."

Un ringraziamento ad Armin Helfer e al HCJ Milano Vipers per la disponibilità.