LNA: presentazione 9. 10. giornata LNA

di Gio’

Nuovo week end di campionato e nuovamente la giornata di venerdì viene divisa in due tronconi. Il venerdi, a Berna andrà in scena il primo derby stagionale tra il Berna e il Langnau. Quindi si prevede un altro esaurito alla BernArena. Il Langnau, solitamente contro il Berna ritrova energie e motivazioni che gli permettono di mettere in difficoltà i campioni in carica. Comunque il Berna, nonostante la piccola crisi che sta attraversando (3 punti nelle ultime 6 gare), resta ancora troppo forte per questo fragile Langnau. Nell’Emmenthal si comincia a mormorare inoltre che la panchina di Koleff cominci a traballare visti gli scarsi risultati ottenuti nonostante i grandi investimenti.
Il Lugano va a Friborgo ad affrontare una squadra in piena crisi di risultati. Per i bianconeri comunque non sarà una passeggiata vista l’aggressività che i burgundi mettono sul ghiaccio quando giocano in casa sostenuti dal loro pubblico. L’incognita è chi giocherà nella gabbia del Lugano, Aebischer di ritorno "a casa" oppure verrà confermato Rueger?

A Ginevra, dove le voci vogliono una nuova star della NHL sul ghiaccio, arriva il Davos che dal canto suo di star ne schiera già tre. Partita quindi che promette spettacolo con la difesa dell Servette che dovrà dare una nuova dimostrazione della sua solidità. Se Pavoni inoltre azzecca la serata giusta, per il Davos potrebbero essere dolori.
Lo Zugo dopo le due sconfitte in Ticino, torna alla Herti dove attende la visita della capolista Zurigo. Partita che se mantiene le promesse della vigiglia rischia di essere molto dura fisicamente con poco spazio per i giocatori di classe. Lo Zugo è ancora in fase di assestamente ma ha al possibilità di battere questo Zurigo.
Le altre due partite della nona giornata verranno disputate domenica con l’Ambri Piotta che riceve il Rapperswil alla Valascia. Ambri che appare la squadra più in forma di questa fase di campionato ma che ha sempre incontrato difficoltà contro il gioco (o meglio non gioco) del Rapperswil.
A Losanna, dove le voci della arrivo della superstar Koivu si fanno sempre più insistenti, arriva un Kloten in piena crisi. Al Losanna approfittare della situazione per mettere in cascina altri due preziosi punti.
La decima giornata invece sarà disputata tutta sabato, con l’Ambri in trasferta in quel di Davos. Davos che nella notte dovrà sobbarcarsi la trasferta di ritorno da Ginevra e che quindi potrebbe subire la maggiore freschezza dei leventinesi che invece il venerdì non giocheranno. Ambri in grado di espugnare la Eishalle anche perché in teoria sono forti in attacco e più completi in difesa mentre il Davos dispone di una grande forza offensiva ma ha due portieri che a mio modesto parere non sono all’altezza.
Anche a Kloten, lo Zugo potrebbe risentire delle fatiche della sera prima ma a meno di una clamorosa rinascita degli aviatori, sempre privi di 6-7 titolari, dovrebbe riuscire ad imporsi. Partita che comunque rischia di divenire difficile, il Kloten sembra all’ultima spiaggia.
Il Lugano riceve li Losanna che sulla carta non dovrebbe creare problemi ai bianconeri, superiori in ogni reparto agli avversari. Come dice Huras il Lugano non deve temere nessuno solo se stesso. Quindi se i bianconeri giocheranno come sono capaci di fare e con impegno, non dovrebbero avere problemi a sbarazzarsi del Losanna.
A Rapperswil arriva un Servette che ha bisogno di punti per rimanere nelle zone alte della classifica. In terra sangallese ci hanno già lasciato le penne il Davos e lo Zurigo oltre al Losanna, quindi attenzione al Rapperswil formato casalingo.
Langnau-Friborgo rischia di essere una partita nella quale potrebbe saltare la prima panchina della serie A, forse questo l’unico motivo di interesse per una partita che altrimenti non offre grandi spunti.
Ultima partita, ma non per importanza, Zurigo contro Berna nella piccola pista del Neudorf, casa dello Zurigo per quest’anno in attesa della ristrutturazione dell’Hallenstadion. Forse per la prima volta la piccola pista sarà esaurita (4000 posti). Zurigo che attraversa un buon momento mentre il Berna fatica ancora a carburare. Dovrebbe essere la partita più spettacolare del turno se le due squadre giocheranno ak hockey e non faranno una caccia all’uomo come successo lo scorso anno.
Infine un occhio alla B. Sabato a Morges interessante partita tra gli imbattuti padroni di casa e il Basilea.

Vediamo ora qualche statistica, la classifica dei marcatori vede farla da padroni, e non potrebbe essere altrimenti i giocatori stranieri, nel top ten infatti nessun giocatore rossocrociato.

Eloranta Mikko
Rapperswil 8 partite 7 reti 8 assist 15 punti

Trudel Jean-Guy
Ambri 8 3 12 15

Domenichelli Hnat
Ambri 8 5 9 14

Toms Jeff
Ambri 8 9 4 13

Roest Stacy
Rapperswil 8 4 9 13

Landry Eric
Lausanne 8 7 5 12

Bozon Philippe
Servette 9 3 9 12

Thornton Joe
Davos 8 3 9 12

Petrow Oleg
Zug 8 8 3 11

Rintanen Kimmo
Kloten Flyers 9 5 6 11

MIGLIOR MARCATORE PER OGNI SQUADRA
Da notare che il miglior marcatore del Servette è Bozon, un giocatore al quale era stato rinnovato il contratto solo come straniero di riserva… Si nota come solo il Friborgo, il Langnau e il Berna abbiano come miglior marcatore della squadra un giocatore di passaporto svizzero.

Rapperswil Eloranta con 15 punti
Ambri Piotta Trudel 15
Davos Thornton 12
Losanna Landry 12
Servette Bozon 12
Kloten Rintanen 11
Zurigo Alston 11
Zugo Petrov 11
Friborgo Wirz 9
Berna Rutheman 8
Lugano Peltonen 8
Langnau Steiner 8

Per quanto riguarda la media spettatori a partita spicca la media della BernArena, mentre le altre per ora fanno registrare tutte medie migliori rispetto allo scorso anno ad eccezione dello Zurigo che passa però da una pista da 11500 posti ad una con soli 4000.

Berna 3 partite in casa, media di 15562

Lausanne 4 6502

Fribourg 4 5153

Davos 4 5129

SCL TIGERS 5 4839

Servette 3 4815

Lugano 4 4748

Ambri 4 4745

Rapperswil 4 4339

Kloten Flyers 6 4073

Zug 4 4063

ZSC Lions 4 3272

Media nazionale in 49 partite disputate, 5338 spettatori.

Tags: ,