EWHL: prima giornata

di Marco Depaoli

Ottimo esordio per le italiane nella prima giornata dell’Elite Women´s Hockey League, cominciata subito in trasferta.
Le campionesse del Bolzano tornano da Salisburgo (le Ravens sono la seconda forza d’Austria) con una netta vittoria per 5-2. Prive quest’anno di due bomber come Sabine Florian e Claudia Negrisolo (emigrate in Germania) ma con in più l’apporto della comasca Dolce, le Eagles hanno chiuso la partita già nel primo tempo andando a segno tre volte ed entrando negli spogliatoi già in largo vantaggio. Nei periodi successivi (conclusisi entrambi per 1-1) è bastato amministrare il risultato che s’è fermato sul 5-2 finale. Le reti del Bolzano sono a firma della pusterese Waltraud Kaser (doppietta), di capitan Bazzanella, della meranese Hofer, e di Celeste Bissardella. "Solo" due assist per la bomber Maria Leitner, nonostante le numerose occasioni da rete.

Più difficoltoso ma tutto sommato positivo il battesimo dell’Agordo all’Albert Schultz Eishalle.
Subito destinato alle fauci delle Sabres di Vienna (campione nazionale da tre anni a questa parte), l’Agordo ha saputo tenere alta la testa, ma è ugualmente uscito sconfitto con un sonoro 5-11 sotto i colpi del terribile terzetto Altmann (2 gol e 8 assist), Kantor (5+1) e Strer (2+4). Sotto di 5 reti dopo il primo intervallo, l’Agordo ha tentato ugualmente di raddrizzare la partita con Barbara Da Rold e Sabrina Viel ma le austriache sono apparse fuori portata, anche in virtù dell’annoso ritardo di preparazione dovuto alla mancanza della pista ghiacciata.
Dopo la rovinosa sconfitta contro le Sabres le venete si sono riscattate 24 ore dopo contro le Flyers (campionesse nel 2001). Le austriache a sei minuti dal termine conducevano per 4-3 ma non hanno saputo frenare l’impeto dell’attacco gialloblu che ha sfondato la porta viennese prima con Nadia De Nardin per poi ribaltare le sorti dell’incontro con Diana Da Rugna 19 secondi dopo.
Sorpresa quella delle ungheresi, sconfitte solo per 2-4 dalle Sabres Vienna mentre è stata devastante la vittoria della slovena Maribor sul malcapitato Klagenfurt. Il portiere dei Dragoni, Christine Geiger, dopo aver limitato i danni per un tempo (1-2 il primo parziale) ha dovuto raccogliere dal sacco altre 13 reti per un 15-2 senza appello (7 realizzazioni per la Durcanska), il passivo più largo mai registrato oltrebrennero.
Un’ottima figura per l’hockey italiano, e sabato al Palaonda primo super Big Match della stagione tra le dominatrici di sempre del campionato italiano: le Eagles di Markus Sparer contro l’Agordo di Angelo Ramazzina. Da non perdere.

Risultati di questo weekend
Sabres Vienna – Agordo Hockey 11-5
Vienna Flyers – Agordo 4-5
Terme Maribor – Dragons Klagenfurt 15-2
Sabres Vienna – Marilyn Budapest V. 4-2
Ravens Salisburgo – Eagles Bolzano 2-5

Prossimo turno, sabato 25 settembre 2004:
ore 16.00 Eagles Bolzano – Agordo Hockey
ore 17.30 Marilyn Budapest V. – Terme Maribor
ore 20.30 Ravens Salisburgo – Vienna Flyers
Domenica 26 settembre 2004:
ore 14.15 Dragons Klagenfurt – Sabres Vienna