Serie A2: presentato il nuovo Merano

di Gianpaolo

Si è svolta nel tardo pomeriggio odierno presso il ristorante Saxifraga lungo la celebre passeggiata Tappeiner la presentazione ufficiale del Merano edizione 2004/05.
Alla guida tecnica della squadra è stato chiamato Stefan Mair, un lungo passato come giocatore di Varese, Devils Milano, Brunico, Merano, Vipiteno e Renon ed una biennale esperienza alla guida della formazione under 19 delle aquile con un secondo ed un primo posto nelle ultime due stagioni. L’unico arrivo nel parco giocatori è da registrare per il momento nel reparto arretrato, con l’ingaggio del russo Viatcheslav Uvaev. Gli saranno affidati due compiti: il primo è di contribuire con la sua esperienza a dare ordine e sicurezza ad una difesa composta per metà da giovanissimi, il secondo è di assumere la guida tecnica della squadra under 19 e di farle disputare un altro torneo di vertice. Uvaev è un giocatore molto conosciuto nell’ambiente hockeystico italiano in generale ed altoatesino in particolare. Nato a Mosca nell’allora Unione Sovietica il 14/04/1966, difensore di stecca destra, ha giocato nel massimo campionato russo per cinque anni con la Torpedo Yaroslav e la Dinamo Moska prima di approdare nell’estate del 1993 nel nostro paese. Un anno dopo si trasferisce a Brunico e vi rimane fino al 1999, quando la società pusterese decide di scegliere Eremin come unico straniero e lo induce così a trasferirsi a Milano. Nel capoluogo lombardo rimane per cinque stagioni (con una piccola parentesi allo Spartak Mosca nel 2000) e dà il suo contributo alla vittoria di tre scudetti consecutivi. A lui, così come ad Andreas Huber, Roland Pircher, Markus Brunner e Rod Hinks, sarà richiesto di mettere a disposizione la lunga esperienza maturata nella serie A per far crescere al meglio le giovani leve. Infatti l’obiettivo prioritario del Merano non è tornare immediatamente nella massima divisione, bensì plasmare una nuova squadra partendo dal materiale prodotto dal settore giovanile. Un progetto a lungo termine che dovrà essere portato a compimento nel giro di qualche stagione. Ci sarà dunque tanto spazio per i giovani dell’under 19, il posto nella squadra maggiore sarà assegnato in base all’impegno ed al rendimento con la rappresentativa giovanile. Il roster ha ancora delle caselle da riempire in attacco: a breve potrebbe esserci l’ingaggio di un giocatore di scuola italiana ed è probabile anche un accordo con il Renon che preveda l’impiego nella squadra meranese di quei giocatori che non riusciranno a trovare spazio con la squadra dell’altopiano. Al momento fanno parte della provvisoria formazione delle aquile i portieri Günther Aufderklamm, Rizzon e Tragust; i difensori Alex Aufderklamm, Huber, Kofler, Lutz, Pircher, Ragno, Uvaev e Von Pföstl e gli attaccanti Brunner, Gallo, Hinks, Lo Presti, Öttl, Palla, Riva, Zöschg.