Italia – Slovenia: il commento

di Mary Alberghina:

L’Italia si arrende alla Slovenia dopo una partita non certo esaltante ma che il blue team ha comunque disputato degnamente.
Il primo periodo vede la partenza della squadra ospite che per otto minuti prende il controllo delle operazioni.
La squadra di Goulet però riesce a contenere gli avanti sloveni.
Nulla da segnalare fino al 17:26 quando la Slovenia passa in vantaggio grazie a Muric dopo una conclusione ben parata da Baur.
Sul rimbalzo il portiere azzurro nulla può contro il numero 2 ospite.
Il periodo centrale si apre con una penalità a Cirone ma difesa italiana è ottima nel interrompere ogni tentativo di impostazione sloveno.
L’Italia ci prova e cerca di uscire dal guscio ma è sempre la Slovenia ad essere più pericolosa.
Gli azzurri però ci credono e da una situazione di quattro contro quattro arriva il sognato pareggio grazie a Luca Rigoni che si dimostra sempre pronto all’invito dei compagni.

La felicità però e di corta durata; bastano infatti solo cinque minuti del periodo conclusivo per rivedere gli sloveni in vantaggio grazie ad un bel gol di Poloncic che batte inesorabilmente Baur.
L’Italia si rifà sotto ma non trova la via del gol. Al 59’ 20” Goulet toglie il portiere azzurro per un ultimo disperato assalto ma gli sloveni ne approfittano grazie a Golicic portando il risultato finale sul 3 a 1.

Nel precedente incontro la Polonia ha battuto l’Olanda per 7 a 5 in una partita molto discontinua ricca di penalità.

Dopo due giornate dunque la classifica è la seguente: Polonia 4, Slovenia e Italia 2, Olanda 0.

Le partite di sabato: ore 17:00 Slovenia – Olanda; ore 20:30 Italia – Polonia.