Milano: arriva Craig Adams

di Paolo F.

Le voci circolavano già da parecchio tempo, direttamente confermate dal Presidente Di Canossa: Milano era sulle tracce di un protagonista della NHL che avrebbe rappresentato il pezzo forte di una campagna acquisti che ha fortemente modificato il volto dei Vipers.
L’attesa è stata rotta con l’annuncio dell’ingaggio di Craig Adams, ala destra, che fino alla scorsa stagione ha indossato la maglia dei Carolina Hurricanes.
Nato a Seria nel Brunei, il 26 aprile del 1977 Adams ha vissuto a Calgary fino all’anno in cui ha affrontato il primo salto nell’hockey che conta andando a vestire la prestigiosa maglia di Harvard.
L’anno da freshman gli vale la chiamata al nono turno da parte di Hartford. Compie tutta la trafila universitaria nella ECAC, la Ivy League dell’hockey, senza riuscire a partecipare al torneo finale della NCAA, ma il suo rendimentogli vale un accordo pluriennale con Carolina che per la prima stagione da professionista lo parcheggia a Cincinnati in IHL dove gioca l’intera stagione con un buon 12+12 in 73 gare.

Il 2000 è l’anno della consacrazione al piano superiore con l’esordio il 24 ottobre contro San Josè, il 10 novembre arriva anche la gioia della prima rete contro i Maple Leaf, al termine dell’annata saranno 44 le gare con gli Hurricanes con un bottino che è rappresentato dalla rete a Toronto.
La stagione successiva si divide tra i Canes ed i Lowell Lock Monster, il farm team AHL. Dal 2002 entra stabilmente nel roster del team della Carolina disputando due stagioni complete riuscendo a raccogliere 13 reti e 22 assist.
Sposato con Anne Cellucci, figlia dell’ex Governatore del Massachussets ed attuale Ambasciatore degli Stati Uniti in Canada è in possesso di passaporto britannico.