Mondiali in Polonia: aggiornamento

di C.V.:

L’Italia vince ma non convince. Terza vittoria della nazionale ai mondiali contro la modesta Romania. Non illuda il risultato di 8-1 perchè la partita non è stata ne bella tecnicamente ne agonisticamente intensa ma è sembrata poco più di una amichevole dove si devono provare linee e schemi. Ancora Hell a difendere la gabbia e Muzzatti come backup (il problema al ginocchio persiste). La partita come per incanto si sblocca al 9.02 ma a segnare sono i Romeni con un tiro dalla blù di Salamon deviato davanti alla gabbia da Nagy I. Imbarazzo generale…. ci sono voluti 7 minuti buoni per riuscire a pareggiare con Ramoser F. in P.P. su assist di Felicetti. Ma al 18.22 Strazzabosco si inventa un gol da funambolo del ghiaccio <scende nel terzo avversario e anzichè tirare, fa il giro della gabbia da sx a dx e fa passare il disco sotto le gambe di Radu portiere romeno> questo, fatto da Strazza con la velocità che gli è riconosciuta è tutto dire. Da quel momento la Romania non è stata più pericolosa neanche nei terzi a seguire se non per qualche sporadica azione di contropiede dove Hell si è sempre fatto trovare preparato. Ora si aspetta con ansia sia il risultato di Slovenia – Estonia e poi, nella giornata conclusiva, sia Estonia – Italia che Polonia – Slovenia per vedere se quella flebile fiammella di speranza può diventare un falò (che comunque secondo il mio parere non meritiamo). Per la pura cronaca elenco gli altri marcatori:

Cirone al 26.01
Chitarroni al 38.54
Peca al 40.26 in P.P.
Ramoser R. al 42.52 in P.P.
Chitarroni al 47.05
Grossi al 59.10.